Quantcast

Bagnacavallo: arrestarono un ubriaco e agirono correttamente, due vigili assolti

I due uomini della Municipale finirono in una sorta di vortice giudiziario in quanto vennero loro contestati i reati di "arresto illegale e falso" per aver abusato dei loro poteri

Più informazioni su

Assolti con formula piena i due agenti di Polizia Municipale dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna che, nel gennaio 2014, a Bagnacavallo all’interno di una noto locale in centro storico immobilizzarono ed accompagnarono coattivamente in comando un trentenne di origine campana, residente a Lugo.

 

L’uomo con numerosi precedenti penali, aveva alzato un po’ il gomito ed aveva oltraggiato i due agenti evitando di farsi identificare. I due uomini della PM finirono poi in una sorta di vortice giudiziario in quanto vennero loro contestati i reati di “arresto illegale e falso” per aver abusato dei loro poteri poiché al termine della discussione sorta nacque una sorta di parapiglia; l’uomo finì in manette e venne immobilizzato a terra.

 

La difesa, affidata agli avvocati Ermanno Cicognani, Alessandro Mancuso, Alessandra Giovannini ed Andrea Visani, ha sempre sostenuto che i due giovani in uniforme ebbero un comportamento irreprensibile; oggi, dello stesso avviso è stato anche il Giudice Rossella Materia che, dopo aver visionato le riprese delle telecamere interne del centralissimo locale, li ha assolti con formula piena. Il trentenne era tutelato dall’avvocato Nicola Casadio.

 

La vicenda venne seguita con attenzione dai social e molti iscritti a Facebook si erano schierati pro agenti di Polizia Municipale dal giorno stesso in cui erano venuti a conoscenza della vicenda, a favore dei due giovani agenti “solamente colpevoli- a detta soprattutto dei bagnacavallesi – di aver portato a termine il proprio lavoro”. A quanto pare avevano proprio ragione.

 

Un secondo procedimento a carico del trentenne vede i due agenti quali parti offese, per oltraggio; l’udienza si svolgerà il prossimo 25 settembre.

Più informazioni su