Quantcast

Solarolo, l’assessore ai servizi educativi Liliana Salvo si dimette per motivi di lavoro

“Per sopraggiunti ulteriori gravosi impegni di lavoro, non mi è più possibile assicurare l’impegno e la costanza nello svolgimento del mio mandato" ha spiegato la Salvo

Più informazioni su

Con una lettera inoltrata al sindaco Fabio Anconelli alla fine del 2016, l’assessore comunale ai servizi educativi, diritti civili e politiche di genere Liliana Salvo ha annunciato le sue dimissioni.

 

“Per il rispetto che ho per l’istituzione che ho avuto l’onore di rappresentare, per rispetto nei confronti di tutte e tutte le cittadine della nostra Comunità che hanno diritto ad essere rappresentati con assiduità, impegno e passione, mi vedo costretta a rassegnare le mie dimissioni. Ringrazio tutta la Giunta, i Consiglieri e le Consigliere, tutto il personale comunale per la collaborazione e l’attenzione che mi è stata riservata in questi anni. Nel congedarmi, auguro al Sindaco, alla Giunta e a tutto il Consiglio Comunale buon proseguio di legislatura”, continua Liliana Salvo.

 

Il sindaco Fabio Anconelli, nel prendere atto delle dimissioni, ha inviato a Liliana Salvo una lettera di ringraziamento per il lavoro svolto: “Le motivazioni che la spingono a dimettersi mi erano in parte già state esplicitate in un incontro avuto a fine estate, nel quale le chiesi di attendere la fine dell’anno per comprendere se potevano sussistere i margini per proseguire, al meglio, il suo impegno Amministrativo. Purtroppo la sua situazione lavorativa non le consente più di continuare a svolgere il ruolo di amministratore con impegno, dedizione e costanza e quindi, con rammarico, comprendo pienamente la decisione di rinunciare alle sue deleghe”.

 

“Anche in questo gesto, lei testimonia il bene ed il rispetto che nutre verso le Istituzioni e i cittadini di Solarolo. La ringrazio per il lavoro di questi sette anni, in cui ha voluto dedicare parte del suo tempo, sottraendolo ad altri, al Bene Comune. La sua sensibilità e i suoi ideali sono stati, per noi tutti, un importante stimolo ad un’azione politica e amministrativa che aveva, ha e dovrà avere, come obbiettivo primario, la crescita culturale e sociale di questa Comunità”.

 

Per quanto riguarda la nomina di un nuovo assessore, «per ora non abbiamo ancora deciso chi sostituirà Liliana – dichiara Anconelli – ma ritengo che sarà necessario trovare chi si farà carico di seguire le sue deleghe. Anche se le funzioni sono state delegate all’Unione dei Comuni della Romagna Faentina, è importante avere, localmente, chi presidia le necessità dei singoli comuni a garanzia dei nostri cittadini».

Più informazioni su