Quantcast

Chiede 4mila euro alla sorella per trovarle casa, poi la picchia assieme alla figlia: denunciato

I fatti si sono svolti nel milanese, ma la denuncia è emersa dopo che le vittime, una donna marocchina e la figlia di soli due anni, sono state salvate dall'intervento del fratello, anche lui marocchino e residente a Faenza

Più informazioni su

Una brutta vicenda fatta di raggiri e violenze sulle donne e sui minori, è quella che ha coinvolto una giovane marocchina e la sua piccola di soli due anni e riportata da Il Resto del Carlino, nella cronaca di Ravenna. La donna si era rivolta al fratello 36enne, che vive nell’hinterland milanese, per trovare un’abitazione per lei e la bambina e a questo scopo gli aveva anche fornito 4mila euro. Ma la casa non era saltata fuori e la donna, assieme alla figlia, continuava ad essere ospitata a casa del fratello e della moglie, una donna guatemalteca di 37 anni.

Le tensioni qui però continuavano a crescere, con accese discussioni. Nel corso dell’ultima, il fratello ha colpito la sorella con un pugno alla spalla, mentre la cognata ha spinto la nipotina di due anni, procurandole alcune lesioni al volto. Durante quella lite la donna si è rivolta ad un altro fratello, residente a Faenza, che, preoccupato per la cosa, si è precipitato nel milanese decidendo di portare la sorella e i nipoti nella sua casa di Faenza.

Una volta arrivati in città la donna si è rivolta al Pronto Soccorso e qualche giorno dopo ha sporto denuncia al Commissariato. Una volta accertati e verificati i fatti raccontati dalla donna, gli agenti hanno denunciato il fratello e la moglie, per appropriazione indebita e lesioni personali, estese alla nipote di due anni.

Più informazioni su