Rapina al bancomat. Arrestato possibile indiziato: la donna aggredita in via Newton lo riconosce

Più informazioni su

I carabinieri lo hanno bloccato mercoledì 2 maggio in viale Italia a Forlì: in auto aveva ancora il cutter, la borsetta e il portafogli rapinati davanti al bancomat di via Newton a Ravenna, martedì 1° maggio. Si tratterebbe di Mario Sampirisi, 31enne nato nel milanese, ma residente nella città romagnola, celibe e disoccupato. La notizia è riportata da “Il Resto del Carlino”, in edicola oggi, venerdì 4 maggio.

A riconoscere il rapinatore, Elena Morigi, la donna che martedì 1° maggio si è ritrovata con una lama alla gola dopo aver prelevato 500 euro. “Mi hanno chiamata verso le 21 da Forlì – racconta -. Sono andata subito lì e l’ho riconosciuto dalle foto segnaletiche. Lui forse si trovava lì vicino in camera di sicurezza perchè uno dei carabinieri ha detto agli altri che potevano procedere con arresto e carcerazione.”

La donna in effetti, dopo l’aggressione, aveva fornito alcuni particolari che combaciavano con l’uomo sotto accusa. “Avevo descritto – continua la donna – il colore degli occhi, l’età, la corporatura. Ed ero riuscita a prendere anche le prime cifre della targa della sua auto. Ieri mi hanno chiamata di nuovo da Forlì dicendomi che posso riprendere la mia borsa anche se dentro non c’è più nulla. Sparite carte di credito, cellulare, carte sanitarie, soldi e libretto degli assegni, in totale circa 660 euro.”

“Ringrazio la polizia di Ravenna e i carabinieri di Forlì: hanno agito in modo rapido ed efficiente.” conclude Elena Morigi.

Più informazioni su