Quantcast

Enpa. Ritrovati sette gattini gettati nell’immondizia, solo uno ancora in vita

Più informazioni su

Sette gattini appena nati gettati nella spazzatura: questo il macabro ritrovamento di una signora che, verso le 16.30 di venerdì 22 giugno, mentre si apprestava a gettare l’immondizia, ha udito un flebile miagolio provenire da un cassonetto di via Cimabue, nella zona industriale di Faenza.

 

La signora ha immediatamente allertato la Polizia municipale, che a sua volta ha mobilitato l’Enpa di Faenza; la volontaria dell’associazione intervenuta sul posto non ha potuto far altro che salvare l’unico gattino della cucciolata ancora in vita; il gattino superstite è stato subito affidato alle cure dei veterinari dell’Enpa e accudito da una volontaria.

“Una vera e propria barbarie contro i piccoli e contro la mamma gatta, sicuramente non al primo parto – ha commentato Maria Teresa Ravaioli, presidente di Enpa Faenza -. La nostra volontaria, prontamente intervenuta, si è gettata all’interno del cassonetto e in fondo ha ritrovato sei piccoli cadaveri e una piccolina miracolosamente ancora in vita. Perché gettarli nella spazzatura? Gli anni passano, ma la mentalità di certe persone non cambia. Ci sentiamo dire spesso che sterilizzare è contro natura, ma gettare dei piccoli nel cassonetto dell’immondizia cosa è?”

“Non ci stancheremo mai di ricordare che il modo migliore per controllare la popolazione felina è la sterilizzazione – ha aggiunta la presidente Ravaioli -. Non è concepibile che ci sia ancora qualcuno che, per ignoranza o vigliaccheria, compia gesti simili. Ora sporgeremo denuncia”.

Più informazioni su