Omicidio a Castiglione di Cervia: 43enne trovato morto in un lago di sangue

La vittima si chiamava Rocco Desiante. L'uomo aveva lavorato fino a poco più di un mese fa in una pizzeria della zona, come stagionale, prima di mettersi in malattia

Più informazioni su

Il ritrovamento è avvenuto intorno all’una e mezza di questa notte. L’uomo, un 43enne nato in Puglia ma da anni residente in Romagna, è stato trovato nella sua abitazione senza vita e in un lago di sangue. L’ultima volta che amici e conoscenti l’avevano visto in paese era stata martedì scorso in un bar della zona: il 43enne si era fermato nel locale per vedere la partita di Champions League, delle 19, tra Juventus e Young. Dopo quella serata, non era stato più notato in giro.

Così il proprietario dell’abitazione di via Castiglione, in cui l’uomo viveva, allarmato dalla prolungata assenza, aveva deciso insieme ad alcuni amici di fargli visita per un saluto. Giunti sul posto hanno suonato alla porta ma nessuno ha risposto: la porta era stata chiusa dall’interno con le chiavi inserite e non c’erano segni di scasso o di effrazioni dall’esterno. Così preoccupati hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco, che arrivati presso l’abitazione hanno forzato il portone, che si è scoperto non essere stato chiuso a chiave ma soltanto accostato senza la classica doppia mandata.

Subito dopo il macabro rinvenimento: il 43enne giaceva in un lago di sangue, a quanto pare dopo essere stato massacrato di botte, con violenti pugni e calci. Sul posto sono sopraggiunti anche il pubblico ministero Bartolozzi e i Carabinieri con il colonnello provinciale: si indaga per omicidio. È probabile che la vittima, non essendoci segni di effrazione, conoscesse il suo aguzzino e l’avesse invitato ad entrare in casa.


Aggiornamento ore 12:40

La vittima si chiamava Rocco Desiante. L’uomo aveva lavorato fino a poco più di un mese fa in una pizzeria della zona, come stagionale, prima di mettersi in malattia. Il suo contratto sarebbe comunque scaduto a fine settembre.

Più informazioni su