Morte per overdose di Matteo “Balla” Ballardini. 50 anni di condanna per i quattro amici imputati

Più informazioni su

Come riporta una nota dell’Ansa, più di due anni dopo la morte di Matteo “Balla” Ballardini (lo studente 19enne di Lugo deceduto per overdose la mattina del 12 aprile 2017 in un’auto lasciata, per l’accusa, appositamente parcheggiata in un punto defilato della città dai quattro amici che la notte precedente lo accompagnavano) sono stati tutti condannati per omicidio volontario, con dolo eventuale, i quattro giovani accusati di avere abbandonato l’amico in overdose, deceduto dopo diverse ore di agonia. 

 

Esclusa la sola imputazione di sequestro di persona “perché il fatto non sussiste”, il Gup Janos Barlotti ha condannato la 22enne Beatrice Marani, accusata di avere ceduto al defunto la notte dell’11 aprile 2017 la dose fatale di metadone, a 15 anni e 4 mesi di carcere; mentre il 28enne Leonardo Morara, che nel pomeriggio del 12 aprile tornando all’auto trovò il 19enne morto, è stato condannato a 14 anni e 20 giorni. Per il 22enne Giovanni Simone Palombo e per il 25enne Ayoub Kobabi, chiamati dalla Marani in un secondo momento, la pena è di 9 anni, 4 mesi 20 giorni e 9 anni e 4 mesi.

Più informazioni su