Le Rubriche di RavennaNotizie - Porto di Ravenna

Inabissamento Berkan B. Daniele Rossi (AP): io sono sereno, il bando per il recupero è quasi pronto

Più informazioni su

Daniele Rossi – Presidente dell’Autorità Portuale di Ravenna – è stato iscritto sul registro degli indagati dalla Procura di Ravenna, titolari delle indagini i PM Alessandro Mancini e Angela Scorza, per le ipotesi di reato di disastro ambientale e inquinamento, in merito alla vicenda della Berkan B, la nave ormeggiata alla ex banchina Tozzi e posta sotto sequestro conservativo dal 2010 dopo l’abbandono dell’armatore insolvente e dell’equipaggio. Il relitto lo scorso 5 marzo si è parzialmente inabissato nelle acque della Pialassa Piomboni.

Daniele Rossi è indagato insieme ad altri due dirigenti di AP. A loro in sostanza i magistrati contestano di non avere agito per tempo per evitare il parziale affondamento della nave con il conseguente scarico in pialassa di sostanze inquinanti. Ora la nave è stata posto sotto sequestro.

Raggiunto al telefono mentre stava rientrando a Ravenna da una missione di lavoro a Roma e Napoli, Daniele Rossi si dichiara “sereno e convinto di avere agito sempre con coscienza e responsabilità, facendo le cose che andavano fatte, per bene”. Sapeva dell’avviso di garanzia, non ha appreso la notizia dai giornali e non vuole drammatizzare: “Gli avvisi di garanzia sono atti dovuti quando la Procura della Repubblica avvisa ipotesi di reato e avvia un’inchiesta e sono a tutela delle persone indagate. Ora valuterò insieme ai legali le carte e la situazione con attenzione. Di più non posso dire.”

Alla domanda se l’inchiesta della Procura possa ora bloccare tutto il processo messo a punto per il recupero del relitto e per la bonifica dell’area, Rossi risponde: “Noi come Autorità Portuare andiamo avanti per fare le cose che abbiamo previsto di fare. A breve sarà pronto il bando di gara per il recupero e lo smaltimento della nave, a quel punto chiederemo e concorderemo con i magistrati come dobbiamo muoverci. Non credo si debba per forza bloccare tutto per l’inchiesta in corso.”

 

Più informazioni su