Rinforzi estivi per l’Arma dei carabinieri: 50 nuovi militari a presidio del territorio provinciale

Più informazioni su

Dal 1° luglio il Comando dei Carabinieri di Ravenna si avvale di ulteriori 50 militari, utili per incrementare la vigilanza, specialmente lungo la fascia costiera, fino al 30 agosto, come precedentemente convenuto in sede di comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.

I rinforzi, resi disponibili dai Vertici dell’Arma, sono già stati proficuamente impiegati durante la “Notte Rosa”, nel corso della quale i reparti hanno eseguito in tutta la provincia numerosi servizi, oltre a quelli previsti per il regolare svolgimento dell’evento, al fine di contenere il verificarsi dei reati in genere.

In particolare, dall’inizio della settimana alla mattina del 7 luglio, i controlli hanno riguardato oltre 2.600 persone e 1.890 veicoli, concretizzandosi con 12 arresti, di cui 4 per furto, 4 per fatti di violenza, 3 per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e 1 per evasione dagli arresti domiciliari, con molteplici denunce a piede libero, fra cui 3 per guida in stato di ebbrezza alcolica, 1 per ricettazione e detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti, 1 per lesioni, 2 per inosservanza di obblighi e divieti imposti e 3 per esercizio arbitrario delle proprie ragioni, nonché con svariate segnalazioni alla Prefettura per uso non terapeutico di stupefacenti.

Tale potenziamento, coincidente con l’aumento delle presenze nel litorale ravennate, nota meta di moltissimi turisti e vacanzieri provenienti da ogni parte d’Italia e dall’estero, servirà soprattutto per innalzare il livello di attenzione nei luoghi frequentati dai giovani, allo scopo di garantirne, si legge nella nota dell’Arma, la dovuta sicurezza e il sano divertimento, nonché nelle località dove spettacoli, concerti e celebrazioni richiamano platee di visitatori e spettatori desiderosi di spendere il tempo in una cornice di tranquillità e distensione.

Continuerà ad essere assicurato – continua la nota – l’impegno dell’Arma dei Carabinieri anche nei centri più piccoli e distanti dal mare, in ragione delle necessità di prevenzione e repressione delle diverse forme di illegalità, capaci di incidere sulla serenità dei singoli e delle collettività.

Più informazioni su