Prostitute sorprese sull’Adriatica tra Cervia e Lido di Classe: allontanate in 9, una denunciata

La Polizia, durante i controlli straordinari in occasione della stagione turistica, ha allontanato nove persone, originarie della Bulgaria, Romania e Albania, di età compresa fra i 19 e 45 anni, sorprese ad esercitare la prostituzione lungo la ss.16 all’altezza del comune di Cervia e a Lido di Classe.

Le donne sono state condotte in Questura e, in seguito alla loro completa identificazione, i poliziotti hanno proceduto a denunciare a piede libero, alla Procura della Repubblica di Ravenna, la 22enne cittadina albanese S.L. perché risultata contravventrice al provvedimento di Divieto di Ritorno nel Comune di Cervia del 6 agosto 2016.

Gli agenti hanno anche notificato alla 22enne cittadina romena D.R.A. il Divieto di Ritorno nel Comune di Cervia.

Complessivamente poi, durante i controlli, sono state identificate 35 persone (12 di nazionalità straniera) e controllati 125 autoveicoli.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Francostars

    Affermo che solo nelle strutture dei trasporti pubblici e nelle zone privilegiate per la sicurezza ed il decoro urbano, le sanzioni ed i relativi provvedimenti d’allontanamento possono sussistere, esclusivamente se si hanno comportamenti tali da impedire l’accesso e l’usufrutto delle connesse aree e complessi come la prostituzione su strada ostentata (ben notabile e pubblicamente fastidiosa) e non certo semplice e rispettosa.
    P.S. I relativi soggetti possono essere sanzionati per evasione fiscale, anche per le tasse locali (art. 36 comma 34bis Legge 248/2006, come chiarificato dalla Corte Costituzionale con la Sentenza n. 141/2019).

  2. Scritto da Giovanni lo scettico

    Anche stavolta non si parla di rimpatrio