Un morto a Sant’Antonio di Ravenna nello scontro fra un’auto e una moto

Poco dopo la mezzanotte tra il 19 e 20 luglio, si è verificato un incidente mortale a Sant’Antonio di Ravenna, all’incrocio fra via Sant’Alberto e Via Guiccioli. Si è trattato di uno scontro fra un’auto e una moto, una Bmw Gs 1200.

Il centauro, un uomo di 62 anni, è morto durante il trasporto in ospedale. Alla guida dell’auto, una “Opel Corsa”, un 21enne ravennate, che sembrerebbe aver riportato ferite lievi. Il giovane è tato ricoverato all’ospedale di Ravenna. Sul luogo del sinistro è intervenuto personale sanitario del 118, con due ambulanze e l’auto medicalizzata.

La dinamica dei fatti è al vaglio della polizia locale. Si sta cercando di ricostruire la direzione di marcia dei mezzi, che potrebbe essere agevolata dalle immagini della telecamera di videosorveglianza, posta all’altezza dell’incrocio. La strada è stata chiusa al traffico per molto tempo, per consentire i rilievi e per la messa in sicurezza dei mezzi da parte dei vigili del fuoco.

Aggiornamento ore 12:30

Il centauro, 62enne, che è deceduto nel tragico incidente stradale di questa notte è Maurizio Borghetti, noto imprenditore di Cesena e fondatore della Effegibi di Mercato Saraceno, oggi tra le più importanti realtà internazionali per la produzione di saune e centri benessere. Tra i clienti della Effegibi, diverse società ai massimi livelli del calcio e personalità dello spettacolo. Borghetti era un grande appassionato del calcio, in particolare grande tifoso del Cesena. Come riporta Il Resto del Carlino, era stato tra i sostenitori della nuova società bianconera che ha fatto ripartire la squadra dopo il fallimento di un anno fa.