Ravenna, urla “pistola, pistola”, aggredisce agente della Municipale e ruba l’arma: arrestato 31enne

I titolari dell’appartamento di via del Cimitero, a Ravenna, gestito della cooperativa Zerocento, avevano deciso di informare la Polizia locale per avviare un controllo sanitario obbligatorio per «disturbo psicotico delirante, pericolo per sé e per i suoi inquilini, paranoia religiosa e paura di morte imminente» perché l’inquilino, un 31enne nigeriano, da diversi giorni aveva destato forte preoccupazione tra gli altri coinquilini con le sue minacce di morte. Così sabato mattina, 27 luglio, due agenti della Polizia locale si erano presentati nell’appartamento per effettuare l’accertamento.

Mentre il medico stava compilando i documenti, il 31enne si trovava disteso su un lettino e nell’attesa di firmare i fogli uno degli agenti si era accorto che il nigeriano lo stava fissando, pronunciando continuamente la parola “pistola, pistola”. Di conseguenza l’agente aveva fatto un passo indietro, mettendo la mano sulla fondina, ma S. E. – le iniziali del 31enne – si è alzato in piedi continuando a pronunciare quelle parole.

Da lì a poco, il 31enne si è scagliato contro l’agente buttandolo a terra. Repentino l’intervento del collega per cercare di fermare l’uomo, che per tutta risposta ha continuato a tirare la fondina con dentro la pistola. Ad un certo punto i supporti che collegavano la fondina al cinturone si sono rotti e il nigeriano è riuscito ad impossessarsi dell’arma, colpendo a spallate e gomitate gli agenti che provavano a fermarlo. Alla fine la Polizia locale insieme all’aiuto del personale sanitario è riuscita a bloccarlo e ad arrestarlo con l’accusa di violenza, minaccia, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale.

Ieri mattina, S.E. comparso davanti al giudice ha giustificato il suo gesto dicendo di aver sentito delle voci; il magistrato ha convalidato l’arresto e deciso di applicare la misura cautelare in carcere in attesa del processo data l’evidente pericolosità del 31enne che sembra disturbato da problemi psichici. L’avvocato che lo tutela ha richiesto la perizia psichiatrica del 31enne.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Valeria

    Una domanda sorge spontanea…forse sarebbe giusto un approccio di maggiore attenzione e difensiva nei confronti di chiunque a prescindere da razza e religione visto episodi sempre più frequenti di aggressioni alle Forze dell’Ordine ed il successivo epilogo.

  2. Scritto da Gianluca

    Un’altra ottima risorsa! Avanti così! In Italia abbiamo bisogno di queste persone che svolgono lavori che noi italiani non vogliamo più fare! Benissimo, grazie per essere qui!