Arrestati due pusher: erano ‘in trasferta’ a Ravenna con 2 kg di marijuana

Più informazioni su

Era destinata al mercato ravennate la droga sequestrata venerdì mattina a bordo di un treno proveniente da Bologna. Due cittadini nigeriani sono stati arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Questo è l’esito dell’attività d’indagine dei Carabinieri della Stazione di Ravenna Via Alberoni.

I militari, acquisita la notizia di due pusher Bolognesi che nel weekend spacciavano a Ravenna, hanno organizzano un specifico servizio monitorando i due. Appena i giovani, di nazionalità nigeriana e con regolare permesso di soggiorno  (O.K., 33enne, di recente arrestato nel capoluogo di regione poiché sorpreso con una ingente quantitativo di stupefacente, e O.A. 27enne, incensurato) sono saliti sul treno regionale delle 7:00 di mattina diretto a Ravenna sono stati intercettati dai carabinieri e sorpresi con uno zainetto al cui interno custodivano ben 2,160 Kg. di marijuana, suddivisa in piccole ballette.

Inutile è stato il tentativo di negare la proprietà dello zaino in quanto i due erano i soli in quella carrozza. A casa del 33enne sono stati inoltre rinvenute altre 20 gr. circa della stessa sostanza nonché materiale per il confezionamento delle dosi.

Di fronte alle evidenze raccolte i due sono stati tratti in arresto con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio. Sabato mattina il GIP del Tribunale di Ravenna, dopo la convalida, in considerazione del pericolo di reiterazione del reato, ha disposto per entrambi la custodia cautelare in carcere sino alla prossima udienza.

Più informazioni su