Donna aggredita nel parcheggio dell’Eurospin a Lido Adriano lancia appello per trovare il suo salvatore

Più informazioni su

Marinella Porrello, cittadina ravennate di 38 anni, ha raccontato sulla pagina Facebook “Sei di Lido Adriano se…” l’aggressione subita da più persone nel parcheggio dell’Eurospin la sera di Ferragosto, lanciando un appello affinché l’uomo che ha aiutato a salvarla da conseguenze peggiori possa essere ritrovato fornendo magari maggiori dettagli su quei drammatici momenti.

Stando alle ricostruzioni fornite da Marinella, una vettura con a bordo delle donne era stata parcheggiata su due posti riservati ai disabili e la 38enne ravennate aveva fatto notare educatamente a queste persone che non stavano tenendo un comportamento civile. Le donne, risentitesi per essere state riprese, hanno aggredito verbalmente Marinella passando in seguito a violenza fisica.

Soccorsa da un uomo accortosi dei gravi fatti che si stavano consumando nel parcheggio dell’Eurospin, la donna è riuscita a mettersi in salvo allontanandosi dal luogo. “Mi sono recata al pronto soccorso ieri pomeriggio (16 agosto 2019 ndr) tornando stamani alle 11,30” ha dichiarato Porrello, scendendo maggiormente nei particolari: “Il dottore che mi ha visitato non ha riscontrato nulla di rotto fortunatamente. Tornando in ufficio ho accusato un forte stress post traumatico ed un attacco di panico”.

Marinella è tornata sulla vicenda affermando che è sua intenzione sporgere denuncia il prima possibile: “Spero che il mio appello possa servire ad individuare l’uomo che è venuto in mio soccorso, anche per sapere se ha visto la targa e per capire di che veicolo si trattasse. Ricordo che era una macchina grigia targata Bologna, ma tutto è successo molto velocemente e quindi non ho ricordi chiari”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Marco74

    Romagnoli DOP

  2. Scritto da #siamotuttiMarinella

    Piena solidarietà e sostegno a Marinella. Se fossimo un po’ piu come lei sarebbe sicuramente un mondo migliore!
    Ne vedo tante di scene come quelle e purtroppo la maggior parte della gente che conosco dicono :”io mi faccio gli affari miei. .” senza ne arte ne parte senza coraggio e valori . Purtroppo viviamo un mondo che sta arretrando dal punto di vista sociale e civico, stiamo tornando al medioevo. Auguro che le tre “signore” siano prese e che la paghino nella speranza che non si debba piu assistere a scene del genere.

  3. Scritto da Remo

    Piena solidarietà a Marinella, spero che stavolta le forze dell’ ordine non gli diranno: “non possiamo farci nulla, o non possiamo accettare la denuncia anche se ha la targa…” Come è successo a me.