Ravenna. Sorpresi a rubare nei negozi del centro commerciale Esp: arrestati

Domenica 6 ottobre i Carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno tratto in arrestato un ragazzo ed una ragazza 26enni per furto aggravato in due negozi del centro commerciale ESP.

Nel pomeriggio una pattuglia della Sezione Radiomobile e un’altra della Stazione di Lido Ariano sono state inviate presso il centro commerciale poiché sul posto gli incaricati alla vigilanza avevano fermato due taccheggiatori.

Uno dei due, di origine brasiliana, pluripreguidicato, dopo aver danneggiato i sistemi antitaccheggio, si era appropriato di un paio di cuffie e di una cover per cellulari, del valore di oltre 55 € circa, tentando di oltrepassando le casse senza pagare.
Sorpreso da un addetto alla sicurezza del centro, aveva tentato di dissimulare ma è stato inchiodato dal rinvenimento delle scatole dei dispositivi rubati.

La giovane, di origine rumena già nota perché protagonista di analoghi reati in passato, aveva portato fuori dal negozio dei tappeti dal valore di oltre 100€ consegnati ad una complice. Rientrata in negozio per arraffare altra merce è stata sorpresa da altri avventori dell’esercizio commerciale e segnalata alla vigilanza.

Entrambi bloccati dopo l’arrivo dei carabinieri, con la ricostruzione dei fatti, sono stati dichiarati in stato di arresto per furto aggravato.

Ieri, dopo una notte nelle camere di sicurezza del Comando Provinciale dei Carabinieri, il GIP del Tribunale di Ravenna con la convalida dei provvedimenti ha condannato l’uomo alla pena di mesi sei di reclusione, pena sospesa mentre per la donna ha fissato una nuova udienza, con la richiesta dei termini a difesa.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da (San) Michele

    “Pluripregiudicato” lui, “già nota perché protagonista di analoghi reati in passato” lei, dunque entrambi “del mestiere” e recidivi: mi chiedo cos’altro debbano fare – per la nostra ridicola giustizia – per “meritare” un po’ di gatta buia!
    E’ troppo politically uncorrect pretendere che questi figuri rispettino le leggi del paese del quale sono ospiti (ok, la Romania è comunitaria, ma il concetto non cambia)?
    Mi chiedo se non sia giunto il momento di predisporre dispositivi anti taccheggio – che so – con cerniera, giusto per venire incontro alle “esigenze” di questi goffi ladruncoli!

  2. Scritto da (San) Michele

    Spettabile redazione, ritengo che la censura da voi operata – sulla chiosa finale del mio post – della frase in premessa, volutamente critica, relativa all’introduzione del tortellino dell’accoglienza a base di pollo (in quanto tale muslim-fit) abbia svuotato della originaria e voluta vis polemica ed ironica la mia frase conclusiva, nella quale auspicavo un’analoga resa anche in tema di dispositivi antitaccheggio, in nome dell’imperante ed ipocrita onda del politically correct oggi tanto in voga.
    Ritenendo che nelle mie parole non sussistano elementi meritevoli di censura, Vi chiedo pertanto di pubblicare in toto il mio intervento o quantomeno di motivare le ragioni per le quali l’abbiate ritenuto passibile di suddetta rettifica.

  3. Scritto da Direttore

    Commentare fatti di cronaca inserendo forzatamente commenti su altri fatti di cronaca che nulla – ma proprio nulla – hanno a che fare con il fatto in questione è esercizio puramente pretestuoso e propagandistico. Dunque a nostro giudizio non pertinente e quindi censurabile. LA REDAZIONE

  4. Scritto da (San) Michele

    Prendo atto della Vs posizione e, pur non condividendola, ringrazio per averla espressa pubblicamente.
    Faccio ammenda per aver erroneamente (anzi, forzatamente, pretestuosamente e, questa è la più bella, propagandisticamente!) inteso che il campo COMMENTI, posto in calce ad ogni notizia, fosse dedicato, appunto, a “commenti su fatti di cronaca”.
    In futuro sarò di certo più avveduto.

  5. Scritto da P.S.

    Forse è giunto il momento che, almeno a livello europeo (ma non sarebbe male anche internazionale) di stabilire accordi per cui la pena se la dovrebbero scontare nelle carceri dei loro paesi e secondo le condanne inflittegli dagli stessi, così forse sarebbero meno invogliati a venire a delinquere nel Paese dei Balocchi…
    Comunque, se non sbaglio, le leggi comunitarie consentono già di espellere quale persona non desiderata (con divieto di rientro per alcuni anni) i cittadini comunitari. Allora perchè almeno queste misure non si applicano?? Questi personaggi sono solo un peso per il nostro paese, non certo una risorsa!