Bassi (Unione Bassa Romagna): continua con efficacia il presidio sul territorio della Polizia locale

“Continua e si rafforza il controllo e presidio del territorio dei nove comuni della Bassa Romagna, grazie a una scelta specifica compiuta dalla giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna e a cui sta corrispondendo efficacemente la struttura guidata dalla comandante Paola Neri”. Lo afferma il sindaco referente alla Polizia Locale dell’Ucbr Daniele Bassi. “Stiamo utilizzando e sviluppando le enormi potenzialità dei varchi che verificano il transito da e verso il territorio dei nostri comuni – prosegue Bassi – ciò rende la Bassa Romagna più sicura, adeguatamente e attivamente presidiata e tutto questo rappresenta un nostro tratto distintivo e qualificante”.

Durante i numerosi accertamenti svolti nelle ultime settimane, la Polizia Locale ha conseguito risultati positivi a beneficio della sicurezza delle comunità del territorio. A Conselice è stato fermato un veicolo che risultava sospeso dalla circolazione. Il conducente è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria e sanzionato con 4mila euro di multa, la confisca dell’auto e il ritiro della patente. Al confine tra i territori comunali di Alfonsine e Bagnacavallo, un veicolo già inibito alla circolazione un paio di mesi fa, in quanto senza revisione tecnica, è stato sottoposto a fermo amministrativo per 90 giorni ed è stata elevata alla conducente una sanzione di 1.980 euro. A Fusignano e Massa Lombarda, grazie al TargaSystem, dodici veicoli sono stati sottoposti a sequestro in quanto senza assicurazione. Inoltre, sempre a Massa Lombarda, grazie al varco di controllo, è stata fermata una vettura segnalata in black list, cioè nell’elenco delle vetture sospette. A bordo c’erano tre persone (un uomo e due donne) più volte denunciate per furto con destrezza. Questo intervento è avvenuto in collaborazione con i Carabinieri della locale stazione.

A Lugo durante un controllo a un’attività economica è emerso che alcuni dipendenti extracomunitari non risultavano in regola con le norme sul soggiorno e, di conseguenza, nei confronti del titolare è scattata la relativa denuncia prevista dalle norme in vigore. Nei territori di Bagnara di Romagna, Cotignola e Sant’Agata sul Santerno i numerosi controlli effettuati, anche con l’utilizzo di personale in borghese, sono stati finalizzati a garantire la sicurezza urbana e stradale, in particolare per contrastare i comportamenti potenzialmente pericolosi per la circolazione e l’incolumità propria e degli altri, a partire dall’utilizzo del cellulare alla guida.