A Classis Ravenna la Regione Emilia-Romagna premia gli “Innovatori Responsabili”

Si tiene a Ravenna la giornata conclusiva della quinta edizione del Premio Innovatori Responsabili, il concorso annuale con cui la Regione Emilia-Romagna promuove e valorizza i progetti realizzati da imprese, associazioni e istituzioni pubbliche impegnate nell’attuazione degli obiettivi di sostenibilità indicati dall’ONU con l’Agenda 2030.
Parteciperanno Palma Costi, assessora regionale alle Attività produttive, Massimo Cameliani, assessore allo Sviluppo economico del Comune di Ravenna; Marco Frey, presidente della Fondazione Global Compact Italia.
Tra le novità di quest’anno, il coinvolgimento anche di liberi professionisti, scuole e università, attraverso l’istituzione di due nuove categorie in aggiunta a quelle già previste nelle edizioni precedenti per imprese, associazioni ed enti locali. Cresce dunque il coinvolgimento di strati sempre più ampi della società civile e si arricchisce la rete degli Innovatori Responsabili dell’Emilia-Romagna che condividono una visione dello sviluppo capace di integrare la dimensione ambientale e sociale.
Sono 32 i progetti premiati, scelti tra 139 progetti candidati da tutta l’Emilia-Romagna; i vincitori verranno annunciati nel corso dell’evento pubblico che si terrà il 30 ottobre 2019 presso il Museo Classis di Ravenna, con inizio a partire dalle 14.15.
L’incontro si aprirà con un intervento di Marco Frey, presidente della Fondazione Global Compact Network Italia e sarà l’occasione per sviluppare, insieme ai protagonisti della quinta edizione del premio, un momento di riflessione sul contributo che l’Emilia-Romagna può dare per la realizzazione degli impegni assunti dall’Italia con la sottoscrizione dell’Agenda 2030. Nel corso dell’evento saranno consegnati i premi Ged – Gender Equality and Diversity, attribuiti dalla Commissione Regionale diritti e pari opportunità.