Processo Black Monkey. Per l’Appello non fu mafia. Per boss pena ridotta da 26 a 16 anni

Revoca risarcimenti anche al giornalista Giovanni Tizian

Più informazioni su

Cade l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso nel processo d’appello ‘Black Monkey’. La Corte bolognese ha stabilito ieri 29 ottobre, che si tratta di associazione semplice e questo comporta una riduzione delle condanne per gran parte dei 23 imputati.
Nicola Femia, considerato dalla Procura il capo dell’organizzazione legata alla ‘Ndrangheta che faceva profitti con le slot, passa da 26 anni e 10 mesi a 16 anni. In aula c’era anche il giornalista Giovanni Tizian, parte civile per le minacce subite. Revocati i risarcimenti. (Fonte Ansa)

Più informazioni su