Allerta meteo a Ravenna: per oggi domenica 17 novembre previsti alta marea importante e venti di scirocco, criticità per livello corsi d’acqua

Chiusa via Molo Dalmazia a Marina di Ravenna - Restano chiusi due sottopassi: a Madonna dell'Albero e in via Ravegnana all'altezza del ponte Assi

Più informazioni su

Il Comune di Ravenna informa che in queste ore, considerate le allerte per criticità idraulica, idrogeologica e costiera, vento e stato del mare, tutti gli uffici preposti, a partire dalla Protezione civile e dalla Polizia locale, stanno costantemente monitorando la situazione e sono pronti a intervenire qualora necessario. Nella serata di ieri sabato 16 novembre la Polizia locale ha fatto una prima ricognizione e la situazione appare stazionaria. Gli agenti sono rimasti in servizio anche nel corso della notte. Nella mattinata di oggi domenica 17 novembre sono previsti alta marea importante e venti di scirocco. Inoltre, viste le piogge in corso, sono probabili criticità legate ai livelli idrometrici di fiumi e canali.
“Raccomando nuovamente – dichiara il sindaco Michele de Pascale – di mettere in atto le opportune misure di autoprotezione, fra le quali, in questo caso: prestare particolare attenzione allo stato dei corsi d’acqua, evitare di accedere ai capanni presenti lungo gli stessi ed evacuarli qualora siano occupati; prestare attenzione alle strade eventualmente allagate e non accedere ai sottopassi nel caso li si trovi allagati; non accedere a moli e dighe foranee e prestare particolare attenzione nel caso in cui si acceda alle spiagge; fissare gli oggetti sensibili agli effetti del vento o suscettibili di essere danneggiati”.

La Protezione Civile ha diramato un’allerta arancione per “piene dei fiumi e dei corsi minori” (l’allerta è rossa quindi più alta per la Bassa Romagna) e per “frane”. Inoltre “dalle prime ore di domenica è previsto un rinforzo dei venti sui rilievi e sulla fascia costiera ad iniziare dalle prime ore di domenica. Stato del mare agitato su tutta la fascia costiera con persistenza di condizioni di alta marea”.

Ore 14:15 – Aggiornamento situazione maltempo: chiusura anche di Via Molo Dalmazia a Marina di Ravenna

L’Agenzia regionale di protezione civile e Arpae Emilia Romagna hanno appena emesso l’allerta meteo numero 105, valida dalla mezzanotte di oggi, domenica 17 novembre, alla mezzanotte di domani, lunedì 18, arancione per criticità idraulica e idrogeologica, gialla per criticità costiera.
Si ricorda però che fino alla mezzanotte di oggidomenica 17 novembre, resta in vigore l’allerta numero 104, che è arancione per criticità idraulica, idrogeologica e costiera e gialla per vento e stato del mare.

A Marina di Ravenna è stata chiusa via Molo Dalmazia.
Rimangono chiusi a scopo precauzionale, come reso noto nel precedente comunicato stampa, il sottopasso di Madonna dell’Albero sotto la statale 16 in destra idraulica del Ronco e il sottopasso di via Ravegnana (altezza ponte Assi) in sinistra idraulica del fiume Montone.

Le strutture preposte, a partire dalla Protezione civile e dalla Polizia locale, stanno continuando a tenere monitorata la situazione su tutto il territorio, sia per quanto riguarda il livello dei fiumi che lungo il litorale, e sono pronte a intervenire in caso di necessità.

Il comunicato della Regione Emilia-Romagna, delle ore 13

L’ondata di forte maltempo che ha colpito in queste ore l’Emilia-Romagna sta creando situazioni di criticità soprattutto nelle province di Bologna e Ferrara per il rapido innalzamento del livello dei fiumi. Permane lo stato di allerta rosso, che non esclude rischi di sormonto dei corsi d’acqua.

Le precipitazioni intense delle ultime 48 ore hanno creato tre colmi di piena a distanza ravvicinata con situazioni di allarme soprattutto nel bolognese. Il fiume Reno sta raggiungendo il colmo di piena a Casalecchio (prevista un’altezza di 2 metri e 20) e arriverà nel tardo pomeriggio/sera a Cento (Fe). Aperto l’impianto del cavo napoleonico per contenere parte della piena del Reno. La piena defluirà nelle prossime 48 ore verso il ferrarese. I fiumi Samoggia, Idice e Sillaro hanno raggiunto il livello 3. Si registrano al momento allagamenti più contenuti ma diffusi. A Medicina i tecnici sono al lavoro per un fontanazzo sul torrente Quaderna. Criticità anche a Bentivoglio e Budrio in località Fossatone per allagamenti che interessano la trasversale di pianura, strada SP3. A Budrio si è registrato un dissesto nell’argine destro in corrispondenza del ponte della ferrovia.  Criticità per sormonto marginale a Baricella tra le vie Ubersetto e Boschi.
Nel modenese le forti precipitazioni hanno fatto innalzare il livello dei fiumi e creato allagamenti in pianura e nella fascia collinare; smottamenti hanno causato la chiusura di alcune strade provinciali in Appennino.  In molti comuni dell’Appennino modenese tecnici delle aziende di luce e gas sono al lavoro per riattivare oltre 10 mila utenze private disalimentate per le nevicate ed i forti venti.
I bacini romagnoli sono in codice arancione ma non si registrano al momento situazioni di esondazione.
Sulla costa i tecnici della Protezione civile regionale sono al lavoro per interventi puntuali sulle dune colpite da erosione in particolare sul litorale ferrarese e ravennate.
Nel forlivese si registrano i colmi dei fiumi Ronco e Montone e uno smottamento a Santa Sofia che interessa alcune abitazioni.

“C’è la massima attenzione da porte di tutti i livelli di intervento per quella che si preannuncia come una situazione critica- afferma l’assessore regionale alla Protezione civile, Paola Gazzolo-. Da ieri stiamo monitorando la situazione in tutto il territorio regionale e anche stamattina abbiamo chiuso da poco una riunione con collegati tutti i servizi territoriali. In strettissima collaborazione con i sindaci si stanno attuando i piani di protezione civile e predisponendo anche strutture per la cittadinanza nel caso dovessero essere necessarie”. Gazzolo è alla Centrale operativa di Bologna, che coordina gli interventi. Sono fuori mezzi, volontari e operatori. Il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, è informato in tempo reale della situazione.

Le raccomandazioni ai cittadini  – Si raccomanda di non sostare su ponti, stare attenti ai sottopassi e stare lontani dagli argini dei fiumi interessati dalla piena, di seguire con attenzione le indicazioni che provengono dalle autorità e tenersi costantemente aggiornati sulla piattaforma Allertameteo Emilia Romagna.

Le forze in campo – Il Centro Operativo regionale dell’Agenzia regionale per la sicurezza territoriale e la protezione civile è da ieri attivo su 24 ore per monitorare la situazione in accordo con i Centri Coordinamenti soccorsi sul territorio, le Prefetture,  i Vigili del Fuoco, Le Forze dell’ordine, i volontari, i Comuni, i gestori delle aziende di servizio, i consorzi di Bonifica, AIPO, la sanità regionale e tutte le altre componenti del servizio di protezione civile.
Il quadro meteo prevede piogge oggi in esaurimento e un nuovo impulso a partire da domani pomeriggio nelle province occidentali.

Ore 9:45 – Aggiornamento situazione maltempo: chiusura di due sottopassi a scopo precauzionale

Il servizio di protezione civile e difesa del suolo della Regione Emilia Romagna sta registrando aumenti dei livelli idrometrici sul fiume Ronco e sul Montone. È stato pertanto ritenuto opportuno, e si sta provvedendo in tal senso, chiudere a livello precauzionale con transenne il sottopasso di Madonna dell’Albero sotto la statale 16 in destra idraulica del Ronco e il sottopasso di via Ravegnana (altezza ponte Assi) in sinistra idraulica del fiume Montone. Le strutture preposte, a partire dalla Protezione civile e dalla Polizia locale, stanno continuando a tenere monitorata la situazione su tutto il territorio e sono pronte a intervenire in caso di necessità. Durante la notte nei lidi non sono state riscontrate situazioni particolarmente critiche, salvo il parziale allagamento di alcune rotonde a Lido di Savio, non causato però da ingressione marina e che al momento non sta compromettendo la circolazione.

Nelle prossime ore è previsto che aumentino anche i livelli del Savio e dei Fiumi Uniti, che comunque vengono costantemente monitorati. Per quanto riguarda la criticità costiera, il picco di marea è previsto alle 12 e anche in questo caso il personale preposto vigila costantemente sulla situazione. Il Comune ricorda che fino alla mezzanotte di oggi è in vigore l’allerta 104, arancione per criticità idraulica, idrogeologica e costiera, gialla per vento e stato del mare, emessa dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia Romagna. Per URGENZE è possibile contattare la Polizia locale allo 0544219219 e i Vigili del fuoco al 115 mentre il numero della Polizia locale relativo alle INFORMAZIONI è 0544482999.

 

 

Più informazioni su