Quantcast

Incidente a Ravenna. Ciclista travolto in Via Canale Molinetto

Incidente in Via Destra Canale Molinetto, all’altezza del distributore Agip alle porte di Punta Marina, nel tardo pomeriggio di ieri, mercoledì 20 novembre. Un ciclista 37enne, mentre percorreva lo stradone in direzione mare, è stato travolto da un’auto guidata da un 25enne.
L’uomo è finito prima sul cofano della vettura e poi ha sbattuto contro il parabrezza, riportando gravi ferite.
Immediato l’intervento del 118, giunto sul posto con l’ambulanza e l’auto medicalizzata. Dopo le prime cure sul posto il ciclista è stato trasportato, in codice di media gravità, al Bufalini di Cesena.
Sul posto la polizia locale di Ravenna per i rilievi.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da LucaT

    Auguri di pronta guarigione al ferito.

    Moto ed auto sono sempre nel mirino di velox, telelaser e Targasystem le nostre strade hanno più occhi elettronici della casa del grande fratello, quando ci si deciderà a controllare anche le biciclette?

    Fanale e catarifrangenti sono obbligatori da sempre ma nemmeno la metà dei ciclisti fa uso del fanale e molti sono sprovvisti anche del catarifrangente. Fascie e gilet ad alta visibilità, obbligatori su strada extra urbana da mezzora prima del tramonto a mezzora dopo il sorgere del sole da ottobre 2010, non li usa praticamente nessuno.
    La bicicletta al buio, specie se si incrociano altri veicoli, non si vede; quanti ciclisti dovranno ancora essere falciati?

  2. Scritto da armando

    Auguri allo sfortunato ciclista.- sono pienamente d’accordo con Luca T: nessun controllo e nessuna multa per i ciclisti !!! e loro se ne approfittano.- Stamattina, nel Borgo san Rocco, erano piu i ciclisti contromano verso la Mangagnina, che quelli verso la citta.- MAI, dico, MAI un vigile a multare !! altro che autovelox… cassa sicura.- Poi, per quanto riguarda l’incidente, ma in quel punto non c’è la ciclabile ?? o sbaglio…

  3. Scritto da PAOLO79A

    Impossibile.
    In quel tratto c’è una bellissima pista ciclo-pedonale, quindi non si può investire un ciclista.
    … a meno che, il ciclista non viaggi sulla carreggiata … Ma non voglio crederci !
    … Se così fosse i miei migliori auguri vanno all’AUTOMOBILISTA che dovrà passare anni di guai senza colpa alcuna.

  4. Scritto da Zeus

    Ma da Ravenna a Punta Marina non c’è la pista ciclabile???
    Il ciclista disponeva di tutto ciò che prevede il codice della strada per rendersi visibili agli altri utenti della strada???

  5. Scritto da PV61

    @PAOLO79A: ma per pista ciclo-pedonale intendi quella corsia opportunamente delimitata, riservata alle biciclette e ai pedoni, che abbiamo pagato profumatamente con le tasse e che nessuno usa, come quella, ad esempio, che costeggia il lungomare da Punta Marina a Marina e che quasi nessuna usa ?? Ah quella !! allora si, c’è …
    Ovviamente auguri al ciclista

  6. Scritto da jack

    ma vi leggete ? l’articolo non riporta alcun dettaglio sull’incidente e voi parlate di giubbetti, luci, via Mangagnina, multe ai ciclisti, addirittura della pista ciclabile tra Punta e Marina che “pagata profumatamente con le tasse quasi nessuno usa”. Ma Paolo c’è mai passato d’estate ? Credo che il terreno sia fertile per Salvini e la sua orchestra.

  7. Scritto da LucaT

    Gentile Jack, sei tu che non leggi bene.
    Io non mi sono permesso di dire nulla nei confronti dell’infortunato se non auguragli la pronta guarigione.
    Poi ho parlato della sicurezza dei ciclisti in generale, ricordando gli obblighi dettati dal codice della strada e sperando in un maggiore controllo da parte delle F.d.O.
    Chi circola in bicicletta se non ha attaccamento alla propria salute va multato, perché come scrive Paolo79A, di mezzo non ci va solo il ciclista avventato ma anche l’incolpevole conducente.
    Saluti