Sentenza di primo grado su Fondi Pdl: tra i condannati anche un ex consigliere di Ravenna

Si è chiuso uno dei processo di primo grado per le così chiamate “Spese pazze” fatte in Regione Emilia-Romagna da parte dei consiglieri regionali dell’allora gruppo consigliare Pdl. Otto condanne, come riporta Ansa Emilia Romagna, la più alta a tre anni e sei mesi e quattro assoluzioni, tra cui i due parlamentari attualmente in carica Enrico Aimi e Galeazzo Bignami, recentemente passato a FdI. Bignami è difeso dall’avvocato Sergio Fausto Pacifico.

Questo è l’esito in primo grado del processo in tribunale a Bologna per i rimborsi chiesti durante l’8/a e la 9/a legislatura del consiglio regionale, tra il 2009 e il 2011. L’inchiesta per peculato coinvolse all’epoca tutti i gruppi dell’Assemblea legislativa. Il pm Antonella Scandellari aveva chiesto 10 condanne. Le pene decise dai giudici riguardano cifre molto più basse rispetto all’originale contestazione. I giudici hanno condannato Alberto Vecchi (3 anni e 6 mesi), Luca Bartolini di Forlì (2 anni e 2 mesi), Marco Lombardi di Rimini (2 anni e 7 mesi), Luigi Villani (2 anni e 1 mese), Giorgio Dragotto (2 anni e 4 mesi), Luigi Francesconi (2 anni e 10 mesi), Gianguido Bazzoni di Ravenna (2 anni e 4 mesi), Andrea Pollastri (2 anni e 2 mesi); assolti da tutto anche Gianni Varani, difeso dagli avvocati Paolo Foschini e Valerio Girani, e Gioenzo Renzi di Rimini.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    ha ha ha..ma questi signori ci andranno mai in galera ?? sicuramente no:avranno l’immunita’!!! anche perche’ leggendo il precedente articolo, le carceri di Ravenna sono sovraffollate !!! un povero disgraziato, invece, che ruba la frutta per vivere, qualche giorno dentro, se lo fa !!! LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI ?????? mi sa di no…