In Duomo l’estremo saluto di Ravenna a Mario Salvagiani, con l’omaggio del Maestro Riccardo Muti

Più informazioni su

Il Maestro Riccardo Muti renderà omaggio a Mario Salvagiani dirigendo l’Orchestra Cherubini nel “Notturno” di Giuseppe Martucci durante la cerimonia funebre che si terrà oggi – venerdì 13 dicembre – in Duomo a Ravenna alle ore 15. Mario Salvagiani è scomparso mercoledì 11 dicembre all’età di 89 anni dopo una breve malattia. La sua morte ha destato molta emozione in città. Salvagiani era molto conosciuto e stimato. Storico direttore dei teatri di Ravenna, è stato a lungo protagonista della vita culturale e per un certo periodo anche politica della città. Fino al 2018 aveva ricoperto l’incarico di vicepresidente della Fondazione Ravenna Manifestazioni. Proprio Mario Salvagiani fu il più convinto promotore di quel Ravenna Festival che poi sotto la direzione di Cristina Muti è diventato uno dei più importanti festival internazionali. A Salvagiani si deve anche il passaggio della gestione della prosa del Teatro Alighieri a Ravenna Teatro, scelta che ha costituito poi una delle basi per la crescita della produzione artistica di Marco Martinelli ed Ermanna Montanari in ambito nazionale e internazionale.

IL CORDOGLIO DEL SINDACO DI RAVENNA MICHELE DE PASCALE…

“Carissimo Mario, ti ricorderò sempre con tantissimo affetto e gratitudine, per avermi accolto con grande calore e disponibilità nella “famiglia” di Ravenna Manifestazioni. Ravenna ti deve una profonda riconoscenza perché hai saputo imprimere ai nostri teatri e alla nostra realtà culturale un impulso che ancora oggi fa della nostra città un’eccellenza in ambito nazionale e internazionale. Sei stato un riferimento prezioso e costante sia dal punto di vista umano che professionale, proiettando sempre lo sguardo verso il futuro e verso nuovi alti obiettivi. Mi impegnerò a fondo a fare tesoro dell’eredità straordinaria che ci lasci, coltivandola con dedizione affinché tu possa continuare ad essere orgoglioso della tua Ravenna. Ciao Mario.” Questo il commento del Sindaco di Ravenna Michele de Pascale.

E QUELLO DELL’AMMINISTRAZIONE COMUNALE

L’Amministrazione comunale esprime “il proprio profondo cordoglio per la morte di Mario Salvagiani, figura fondamentale per la promozione e lo sviluppo della cultura a Ravenna. Si deve all’impegno, all’entusiasmo e alla lungimiranza di Mario Salvagiani, alla direzione dei teatri comunali ravennati dal 1972 al 1995, se il teatro Alighieri è riuscito a raggiungere lo status di teatro di tradizione. E quando ha lasciato la direzione dei teatri cittadini, Mario Salvagiani lo ha fatto per curare la straordinaria impresa del Ravenna Festival, che ha contribuito a ideare e di cui è stato soprintendente, dedicandosi ad essa, per il grande amore che nutriva per la città, con competenza, impegno e passione, partendo naturalmente dal coinvolgimento del maestro Riccardo Muti.”

L’Amministrazione comunale ricorda quindi “con affetto e gratitudine un uomo e un professionista che ha saputo imprimere al teatro e alla cultura ravennate un impulso che ancora oggi pone Ravenna a livelli di eccellenza nazionale e internazionale. Mario Salvagiani sarà ricordato dal Comune di Ravenna anche attraverso l’impegno a coltivare sempre e nel migliore dei modi possibili i preziosi frutti che ha saputo seminare.”

Più informazioni su