Ravenna, Polizia Locale: 16 super-agenti operativi anche di notte, saranno dotati di Taser e body cam

Fino a maggio sarà attivo 2 notti a settimana il turno dall'1 di notte alle 7 di mattina. Da giugno, il turno notturno 7 notti su 7

Nel territorio del Comune di Ravenna è stato attivato recentemente il turno notturno della Polizia Locale. A confermarlo è il Comandante della Polizia Locale di Ravenna, Andrea Giacomini: “La sperimentazione è partita ufficialmente a febbraio e si completerà entro l’estate. Fino a maggio il turno notturno dall’1 alle 7 di mattina sarà attivo per 2 notti a settimana mentre a partire da giugno sarà attivo 7 giorni su 7.
La Polizia Locale si farà quindi carico di rilevare gli incidenti stradali anche di notte, dando attuazione ad un piano coordinato con le altre forze di polizia che ne saranno quindi sgravate e potranno concentrarsi così sulla repressione dei reati predatori.

Grazie alla riorganizzazione, avvenuta nel 2019, della struttura della Polizia Locale, abbiamo raggiunto una standardizzazione delle procedure e una maggior specializzazione professionale, che ci ha consentito di adeguare le Unità Organizzative alle esigenze della città – spiega Giacomini -. Oggi il Comando è suddiviso in 4 Unità e tra queste vi è il Supporto operativo, con l’Ufficio di Polizia Giudiziaria e l’Ufficio Sicurezza Integrata, che al suo interno ha una particolare Sezione “Pronto intervento”, formata da 16 agenti che si occuperanno anche della rilevazione degli incidenti stradali di notte, in supporto all’Ufficio Infortunistica. Quest’ultima sezione è costituita da 15 operatori, tutti volontari di età inferiore ai 40 anni, appositamente formati e selezionati in base ad una particolare attitudine all’intervento operativo, e guidati da una capo Sezione.”

Saranno proprio i 16 agenti della Pronto Intervento ad essere equipaggiati con pistole ad impulsi elettrici (Taser) e body cam – sottolinea il Comandante -. Sono un po’ il nostro laboratorio per le sperimentazioni dei nuovi equipaggiamenti, anche in ragione del fatto che questi agenti saranno esposti alle situazioni più critiche”.

Giacomini spiega che l’addestramento per l’utilizzo del Taser partirà nelle prossime settimane ma, prima di dare il via ai 6 mesi di vera e propria sperimentazione di questo strumento, bisognerà attendere l’emanazione delle linee generali per la redazione di un apposito regolamento. “Iniziando ora l’addestramento potremo essere pronti per avviare la fase di sperimentazione, non appena l’iter burocratico sarà terminato – prosegue il comandante -. Poi se la sperimentazione darà esito positivo, i 16 agenti della S.P.I. potranno essere dotati di pistola ad impulsi elettrici” (due operatori per ogni turno, ndr).
L’attività addestrativa sarà condotta da un formatore che ha seguito un master negli USA, in Arizona, e verrà effettuata in diversi luoghi, su cui al momento vige la massima riservatezza.

Dal 1° marzo, i 16 “super-agenti” saranno impegnati anche nell’avvio della sperimentazione dei dispositivo body cam. “In una prima fase sarà solo il Pronto Intervento a testare l’apparecchiatura, ma non è escluso che venga poi allargata anche ad altre Unità – sottolinea Giacomini -. Si tratta semplicemente di piccole telecamere portatili, che saranno utilizzate dagli agenti per riprendere situazioni di rilevanza giudiziaria ed avranno soprattutto funzione preventiva”.

Giacomini inoltre auspica di poter impiegare, entro l’estate o entro la fine del 2020, in ausilio dell’attività della Polizia Locale anche un cane antidroga e un drone. Il primo verrà utilizzato in specifici compiti di repressione dello spaccio di droga, mentre l’aeromobile telecomandato servirà per controlli relativi ad abusi edilizi, discariche abusive, ma anche per inquadrare e fotografare dall’alto la scena degli incidenti stradali, così da avere immagini da un’ulteriore prospettiva, utile per stabilire le dinamiche di questi eventi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    Questa di sicuro, è una notizia positiva.- Ma, mi chiedo, saranno impegnati anche sulla strada per controllare gli impianti illuminazione delle auto ?? Ieri sera, verso le 23, percorrendo Via Dismano, a Ponte Nuovo, ho contato 6 auto con fanali spenti e malfunzionanti.- da lontano sembravano moto e invece mi sono trovato davanti auto e furgoni.- Multe a questi sciagurati, noooo???? Capisco che lungo il percorso si possa fulminare la lampadina, pero’…….

  2. Scritto da Alvaro Ancisi

    Sono l’esito di proposte lanciate e sostenute solitariamente da Lista per Ravenna già dall’8 gennaio 2018 (https://www.ravennanotizie.it/politica/2019/01/08/lista-per-ravenna-lancia-5-proposte-per-la-sicurezza-e-per-rafforzare-limpegno-della-pm/). Allo stesso modo, il 18 giugno abbiamo esteso la richiesta di potenziamento notturno della polizia locale non solo dall’1.00 alle 2.00, ma fino alle 7.00 (https://www.ravennanotizie.it/politica/2019/06/10/ancisi-lpra-question-time-sui-mezzi-pesanti-che-scorrazzano-in-citta-soprattutto-di-notte/), ribadendola più volte in seguito. Ok, dunque.
    Ma ora parliamo di come utilizzare al meglio questi strumenti e disponibilità, che significano stare sul territorio per gestirne, regolarne e controllarne appieno l’uso.

  3. Scritto da neviobaldini

    il comandante Giacomini e’ uomo del fare ed abile organizzatore,ma di contro,stante tutte questi nuovi compiti e mansioni che apporteranno un ulteriore aggravio per la PM specialmente per coloro che verranno impiegati in queste nuove mansioni,sara’ applicabile il vecchio detto “se tu pagare moneta, vedere cammello”?Considerato che dovranno adempiere alle medesime funzioni dei carabinieri e della polizia di stato cui viene corrisposto un trattamento economico assai piu’ remunerativo.

  4. Scritto da Ale76

    Buona notizia e grazie a Lista per Ravenna.

    Da quanto ideato dal Comando della Polizia Locale mi viene però il dubbio che i ladri si regoleranno in base al l’alternanza dei turni fino a maggio…. Come se ci fossero periodi più o meno pregni di furti….ma non è così….e quindi perché non estenderlo 365 giorni all’anno ?!? La sicurezza non ha scadenze né stagionalità

    Vuoi vedere che i 16 prescelti verranno usati come veri agenti e non più solo come “avvoltoi” dalla contravvenzione facile?!? Miracolo a Ravenna?!?!?

  5. Scritto da Giovanni lo scettico

    Finalmente hanno preso sul serio la richiesta di sicurezza dei cittadini! Adesso vediamo se i pattugliamenti notturni funzionano contro i furti.

  6. Scritto da sbarlucca

    un drone per scoprire discariche abusive non serve … vi dó una dritta …andate a fare un giro in bicicletta a lido di dante nella strada del campeggio oppure nella foce dei fiumi uniti da lato di lido adriano dove c’è un letto di rifiuti . nessuno provvede .

  7. Scritto da Zeus

    Oltre ai veicoli che hanno una anabbagliante non funzionante, io vorrei porre l’attenzione anche a quei veicoli che montano lampade che emettono luce molto forte: sono tutte omologate???
    Inoltre vorrei chiedere se sono regolari i fanali, in genere 4 affiancati, che si vedono montati sul tetto della cabina di diversi camion.