Cosa cambia nei parcheggi di Cervia: le decisioni della giunta dopo la campagna d’ascolto

In fase di presentazione del Bilancio preventivo 2020, alla fine dello scorso anno, l’Amministrazione comunale di Cervia  ha annunciato la necessità di rivedere il piano della sosta in città (con la sistemazione e la creazione di nuovi parcheggi liberi e l’aumento delle zone di sosta a pagamento) e di ritoccare le tariffe della sosta, ferme da diversi anni.

La decisione è maturata per una serie di motivi, informano dal comune. “Cervia è una città da sempre vocata alla tutela dell’ambiente – dichiarano dal comune -, fiore all’occhiello che rende la nostra località unica nella Riviera adriatica: tra le varie politiche che l’Amministrazione intende attuare per diventare una città sempre più “green” ci sono anche la disincentivazione dell’uso delle auto (sempre più lontane dai centri delle località e dal mare) e l’incentivazione dei mezzi leggeri. Inoltre si intende razionalizzare e ottimizzare la sosta e il traffico degli autoveicoli per rendere la città sempre più ordinata e vivibile. Non ultimo, per il 2020, per garantire le entrate necessarie a mantenere il numero e il livello dei servizi forniti alle famiglie e alle imprese, si è deciso di non aumentare le imposte, ma di intervenire sul piano sosta.”

Il Comune ha quindi predisposto una proposta del nuovo piano sosta sulla fascia costiera, nello specifico nelle località di Cervia e Milano Marittima e su questa proposta (illustrata anche agli organi di informazione) nelle scorse settimane si è confrontato con la città attraverso una campagna d’ascolto, dalla quale sono scaturiti una serie di suggerimenti e osservazioni.

LA CAMPAGNA D’ASCOLTO

La campagna d’ascolto è stata organizzata attraverso:

– incontri con i Consigli di zona di Cervia e Milano Marittima

– incontri con le associazioni di categoria

– incontri pubblici a Cervia (3) e Milano Marittima (2) alla presenza di amministratori e tecnici

– questionari on line presenti sul sito istituzionale

– incontri con i Comitati genitori delle scuole Pascoli e Mazzini

– incontri con cittadini e operatori delle zone coinvolte dalle novità.

“La maggior parte di coloro che hanno voluto far pervenire all’Amministrazione il loro parere -aggiungono dal comune – si è detta contraria alla proposta del nuovo piano parcheggi. Va però evidenziato che i contrari non hanno criticato l’intero piano, ma la decisione di istituire le strisce blu tutto l’anno su una metà di piazza Costa e hanno avanzato come motivazioni le problematiche del commercio, il disservizio per residenti e per i turisti. Chi ha approvato la proposta, ha sottolineato l’esigenza di maggiori controlli dei vigili, più collegamenti con il forese, una maggiore efficienza del trasporto pubblico urbano e che i nuovi parcheggi liberi (piazzale Artusi e via Chiappini) siano attivati in contemporanea con le nuove strisce blu. Più di uno (tra cui commercianti della zona) ha proposto che la piazza Costa sia messa a pagamento tutta, ma solo mezza giornata o prevedendo la prima ora libera (e non la prima mezz’ora come proposto). Qualcuno ha proposto che la piazza sia gratuita in inverno e a pagamento solo in estate. Alcuni commercianti hanno chiesto di non prevedere stalli blu in viale Roma.”

“Per quanto riguarda Milano Marittima, sono intervenuti cittadini e operatori turistici. La maggior parte degli albergatori si è detta favorevole alle strisce blu, ma chiede che rimanga attiva la ZTL negli stradelli a mare. La soluzione, che all’inizio non era stata accolta favorevolmente, in realtà ha garantito ordine e tranquillità nelle vie, oltre alla possibilità per i turisti di trovare parcheggio. Sempre gli albergatori hanno chiesto maggiori servizi al parcheggio scambiatore per renderlo più fruibile (telecamere di controllo o guardiania, navetta non solo il fine settimana ma anche nei giorni della settimana)” proseguono dal comune.


IL NUOVO PIANO DELLA SOSTA

Dopo aver attentamente valutato e ascoltato le opinioni dei cittadini, l’Amministrazione ha deciso di accogliere alcuni suggerimenti e ha modificato la proposta iniziale sulla quale si è svolto il confronto. Pertanto la decisione prevede che le novità siano attuate quando saranno realizzati i due nuovi parcheggi (350 posti all’Artusi e 150 al Chiappini), presumibilmente verso Pasqua.

PIAZZA ANDREA COSTA E VIALE ROMA

La piazza sarà riorganizzata in 2 blocchi, con un totale di 485 posti. Tutta la piazza sarà a pagamento, ma solo dal primo aprile al 30 settembre, dalle ore 13 alle 24. Su viale Roma non saranno istituiti parcheggi a pagamento. Per quanto riguarda la viabilità, l’unica modifica è l’istituzione del doppio senso di circolazione su via Bonaldo, ponte mobile (chi arriva da via N. Sauro potrà però solo andare a destra e non a sinistra). Inoltre la piazza verrà sistemata con elementi di arredo urbano.

MILANO MARITTIMA

L’Amministrazione intende continuare con la ztl negli stradelli a mare, ma per il 2020 sarà attiva, dal primo aprile al 30 settembre, solo il sabato e la domenica e per l’intero mese di agosto. Le strisce blu verranno realizzate in tutte le traverse, tranne quelle che in base al Codice della strada non hanno le misure sufficienti per l’istituzione di parcheggi. Per quanto riguarda il parcheggio scambiatore, l’Amministrazione sta lavorando per mettere la guardiania e implementare il servizio navetta.

AGEVOLAZIONI

Per i residenti che vivono in zone con le strisce blu e che non hanno garage e posto auto sono previsti 2 permessi con numero di targa, uno rilasciato a 10 euro (diritti segreteria) e uno a 60 euro (50 euro + diritti segreteria). I residenti del centro storico potranno godere delle stesse agevolazioni descritte sopra (prima auto permesso a 10 euro, seconda a 60 euro). Se invece la casa è dotata di garage o posto auto interno è previsto 1 solo permesso a 100 euro.

I residenti di via Nazario Sauro, che d’estate convivono con le numerose iniziative del Borgo Marina, potranno godere delle stesse agevolazioni dei residenti sprovvisti di posto auto.
Per la prima volta è previsto un permesso scontato per le attività commerciali. Confermate le agevolazioni per le altre categorie economiche.

“Per prima cosa voglio ringraziare gli uffici comunali, dal Servizio Viabilità al CerviaInforma e alla Polizia Locale, che in questi ultimi mesi sono stati impegnati a redigere il nuovo regolamento e a modificare la proposta dell’Amministrazione in base alle sollecitazioni pervenute dalla città. E’ stato un lavoro sicuramente impegnativo, ma siamo soddisfatti, in quanto siamo riusciti a produrre un nuovo regolamento che va a sostituire il precedente, che cominciava a essere un po’ datato. Inoltre, pensiamo di aver trovato la quadra tra tutte le esigenze emerse, fermo restando che siamo sempre disponibili al confronto con la città e a gestire le eventuali criticità che potrebbero sorgere” dichiara l’assessore Enrico Mazzolani.