Il discorso pronunciato dal Sindaco Michele de Pascale in ricordo di Fabrizio Matteucci

Ciao Fabrizio,
qui, nella tua piazza, c’è tutta la tua città.
In queste giornate sono passati da casa tua e poi dalla casa comunale, che era come se fosse parte di casa tua, i tuoi affetti, la tua famiglia, i compagni di una vita: sono venuti da tutta la regione e da tutta Italia per darti un saluto.
Non dovevi farci questo scherzo.
Quando mi hai passato la fascia tricolore, non mi avevi prospettato l’idea di doverla utilizzare in questa giornata. Avrebbe sì parlato un sindaco al tuo funerale, ma fra molti e molti anni.
Volevo ringraziare di cuore tutte le persone che in questi giorni hanno parlato e scritto di Fabrizio, quelle parole le ho sentite profondamente sincere e non di circostanza.
Perché Fabrizio era una persona la cui umanità ti toccava nel profondo, il suo essere un uomo saldo nei suoi valori, fiero di una tradizione, ma contemporaneo. Un sindaco generoso e innamorato di Ravenna che si appassionava delle vicende dei suoi cittadini, in particolare di chi ne aveva più bisogno.
Un sindaco onesto e buono, un leader politico vero, che ha saputo guidare la nostra comunità con autorevolezza, assumere decisioni difficili, affrontare anni complessi con negli occhi i suoi valori, la storia della sua comunità, ma sempre con uno sguardo al futuro.
Il suo pensiero costante era quello di passare il testimone, come in una staffetta, alle nuove generazioni.
Ricordo anche gli ultimi anni all’Associazione dei comuni, felice di trasferire ai tanti sindaci la sua esperienza e sereno perché attraversava le strade di Ravenna e le persone lo fermavano, gli sorridevano e lo abbracciavano. Questa penso sia la cosa più bella che può capitare ad un ex sindaco.
Ci mancherai immensamente. Mancherai più che a chiunque altro a Simona e Sayo, erano loro la ragione che portava Fabrizio a svegliarsi con il sorriso tutte le mattine e che abbraccio a nome di tutti i ravennati.

Tutta la città sarà sempre al loro fianco nel tuo ricordo.

Michele de Pascale, Sindaco di Ravenna