Quantcast

Psicosi Coronavirus. Supermercati presi d’assalto a Ravenna e provincia. Spariti surgelati, carne e prodotti igienizzanti fotogallery video

Più informazioni su

Scaffali vuoti nei supermercati di Ravenna e provincia. In poche ore, a partire dal pomeriggio di domenica 23 febbraio, gli scaffali della pasta, il reparto carne e quello dei cibi surgelati sono stati presi d’assalto e completamente svuotati. Ripiani vuoti.
Stessa scena nei reparti di frutta e verdura, con i contenitori ripuliti. È questa una delle conseguenze dirette del panico da Coronavirus, che nelle ultime ore si è diffuso anche nel nostra provincia.
Anche questa mattina, 24 febbraio, sono stati tantissimi i ravennati che per fare provviste “in caso di emergenza” o temendo un’eventuale quarantena si sono recati nei supermercati all’orario d’apertura. Scatolame e cibi a lunga conservazione sono stati tra i prodotti più ricercati. E tra i prodotti introvabili, già da diversi giorni, vi sono i gel igienizzanti per le mani.

E proprio in merito a questa corsa agli acquisti che si sta verificando in supermercati e negozi nelle ultime ore, Coldiretti rassicura che “i rifornimenti di frutta e verdura sono garantiti dagli agricoltori in tutte le aree del Paese con i mercati generali all’ingrosso che hanno aperto e funzionano regolarmente, da Milano a Padova fino a Roma.”

“Nel week end si è registrato un aumento della spesa per prodotti alimentari freschi e trasformati stimato tra il 5 e il 10%, secondo il monitoraggio della Coldiretti nei mercati di Campagna Amica. La crescente preoccupazione – sottolinea Coldiretti – sembra spingere molti a fare scorte con la sollecitazione delle autorità alla limitazione degli spostamenti per evitare la diffusione del contagio. Anche perché nelle aree già a rischio sono state adottate misure cautelative con la chiusura di negozi e centri commerciali per evitare forme di aggregazione. Tra i prodotti più richiesti frutta, verdura e carne ma anche altri alimenti conservabili”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Emanuele

    Beh, certo. L’ignoranza è dilagante, si sa.

  2. Scritto da Antonio

    Probabilmente la gente si fida molto delle rassicurazioni di chi ci governa

  3. Scritto da Mario

    Bene, così si rilancia l’economia !

  4. Scritto da olivia

    Questa mattina alle ore 10,00 circa io sono andata a fare la spesa (non provviste) alla Coop Gallery. C’era sì tanta gente, ma dagli scaffali mancavano solo i prodotti igienizzanti. Carne (banco e non), banco pesce, latte, verdura e frutta… c’era di tutto. E’ vero che qualcuno aveva il carrello ben pieno, ma non ho notato esagerazioni…!

  5. Scritto da Gianni C.

    L’ignoranza non e’ dilagante , e’ sempre quella nota a tutti!!

  6. Scritto da (San) Michele

    @ Antonio
    Per sfiduciare chi ci governa, basta non votarli più!
    Fare il contrario di quanto viene raccomandato dalle autorità crea inutili allarmismi e può solo peggiorare le cose.

    @ Emanuele
    Concordo.
    Non saprei come altro qualificare certi comportamenti…anzi lo saprei…ma non è il caso di scriverlo in un post!

    @ Mario
    Vero! In tutto questo quantomeno qualcuno troverà un tornaconto.

  7. Scritto da Gitante

    Se dovete morire a cosa vi serve tutta questa spesa?

  8. Scritto da Rudi

    Leggo che alcuni esercizi hanno decuplicato il prezzo dei prodotti per l’igiene, bene io questi signori li tratterei come gli sciacalli dopo un terremoto.