Quantcast

L’Anpi contro il sindaco di Brisighella Pederzoli: “Non ci accusi di raccontare verità di parte”

Insieme Per Brisighella, Pd e Art. 1 si schierano con l'ANPI e chiedono chiarimenti nel prossimo consiglio comunale

Più informazioni su

Le A.N.P.I. di quasi tutto il comprensorio ravennate, a partire da quella di Brisighella, includendo Bagnacavallo, Castel Bolognese, Faenza, Imola, Riolo Terme, Solarolo, l’associazione Provinciale di Ravenna, l’A.N.P.I. Comprensoriale Faentino e l’Associazione Ca’ Malanca, si dicono “attonite” dopo che la sede brisighellese dell’associazione ha ricevuto una lettera da Massimiliano Pederzoli, sindaco di Brisighella.

A quanto riporta Anpi, la missiva del sindaco fa seguito a quella inviata dall’Associazione Partigiani d’Italia all’amministrazione comunale per richiedere il patrocinio su alcune iniziative legate alla Festa della Donna. Nella risposta, il sindaco avrebbe chiesto all’associazione di “evitare di organizzare iniziative di rilevanza politica nella scuola senza fra l’altro comunicarle all’Amministrazione e senza invitare Sindaco e Giunta all’inaugurazione”.

Il riferimento è alla mostra organizzata da Anpi in occasione della Giornata del Ricordo all’Istituto Comprensivo di Brisighella, dedicata a “Fascismo Foibe Esodo”. Mostra che è stata allestita dal 10 al 29 febbraio e alla quale gli studenti sono stati preparati da una lezione esplicativa tenuta da Marco Serena, riceratore dell’Istituto Storico della Resistenza e della Storia Contemporanea di Alfonsine. Dall’Anpi precisano inoltre che il sindaco Pederzoli e un assessore della sua giunta hanno presenziato all’incontro tra lo storico e gli studenti, “interrompendo più volte per dire la sua”, secondo le parole dell’Associazione dei Partigiani.

L’inaugurazione menzionata dal sindaco inoltre, a detta di Anpi non c’è mai stata. Nella lettera il sindaco aggiunge: “Sperando che alla mostra sulle foibe alle Scuole Medie sia stata data la giusta lettura anche all’interno delle classi, in ossequio alla verità storica e non politica”.

A questo proposito Anpi ribadisce che “le diverse iniziative proposte all’Istituto Comprensivo e alla cittadinanza si sono sempre ispirate ai principi della Costituzione italiana trasmettendo storia politica antifascista e non storia partitica. La scarsa conoscenza del ruolo e degli impegni dell’ANPI da parte dell’Amministrazione Comunale denota la superficialità e la distanza con cui ricopre il ruolo di Sindaco il signor Pederzoli che, invece di essere parte attiva in un progetto di territorio mettendo in relazione le diverse realtà, si pone quale censore delle iniziative che non condivide o che gli tolgono visibilità”.

“Ribadiamo che il ruolo dell’ANPI di Brisighella – concludono dall’Associazione dei Partigiani d’Italia – è di portare avanti gli obiettivi del Protocollo d’Intesa nazionale siglato con il MIUR, impegnandosi a riscoprire i luoghi della memoria, a divulgare e promuovere i valori fondanti la Costituzione italiana come democrazia, libertà, solidarietà e pluralismo culturale. Pertanto invitiamo e chiediamo al Sindaco di impegnarsi in progetti volti al sostenere una cultura antifascista e di correttezza costituzionale, invece che essere sempre pronto a innescare polemiche strumentali per creare divisione e inaridimento nella comunità locale di Brisighella”.

IL SOSTEGNO AD ANPI DI PD, ART. 1 E INSIEME PER BRISIGHELLA

Le forze di centro sinistra, a seguito del comunicato sottoscritto dalle ANPI del territorio, hanno espresso in una nota il proprio appoggio a quanto denunciato dall’Associazione dei Partigiani d’Italia.

“Salvaguardare e promulgare i principi della Costituzione deve essere un obiettivo di qualsiasi amministrazione che intenda essere al servizio dei cittadini suoi elettori e non – si legge nella nota -. La libertà di organizzare eventi è diritto di ogni associazione, ente o cittadino che ne benefici rispettando la legge, e la loro “rilevanza politica” con cui il Sindaco di Brisighella descrive l’attività promossa dall’ANPI Brisighella sezione Giuseppe Bartoli, deve essere valutata con oggettività e non da presunti sospetti, che denotano solamente malizia politica di chi li denuncia”.

“L’ennesima occasione sfruttata per strumentalizzare un’iniziativa di collaborazione tra associazionismo e scuola, progettare e collaborare tra istituzioni e associazioni è un’attività che l’amministrazione Pederzoli non conosce, tanto meno l’impegnarsi concretamente nelle attività sul territorio, si interviene solo in nome di una visibilità e di una costante campagna elettorale – accusano duramente Insieme per Brisighella, il coordinatore PD dell’Area Faentina, Fabio Anconelli, il segretario PD di Brisighella, Luca Samorì, Edward Necki, Presidente de l’Altra Faenza e Luca Ortolani, Coordinatore Provinciale Articolo Uno -. Crediamo fermamente che chi decide di voler ricoprire la figura di primo cittadino debba informarsi e conoscere le peculiarità proprie del territorio che ha il compito di amministrare. Forse i troppi incarichi ricoperti dal Sindaco Pederzoli lo distraggono dal Buon governo di Brisighella”.

“Inoltre, ci meravigliano le espressioni di poca considerazione che il sindaco riserva ai docenti del nostro Istituto Comprensivo – aggiungono -, dubitando non solo della loro preparazione culturale e storica ma anche dell’imparzialità richiesta dalla loro funzione di educatori e stimolatori del senso critico della formazione dei ragazzi. Fare illazioni e voler avere un controllo capillare perfino dentro alle aule scolastiche denota l’insicurezza e il timore dei pensieri e delle opinioni non allineati ai suoi”.

“Esortiamo il Sindaco Pederzoli – continuano i firmatari della nota – ad abbandonare il clima di sospetto e di complotto politico, che se avallate da un primo cittadino, portano solamente divisione e sterili polemiche nella comunità, verso la quale lui stesso ha obblighi di equità sopra le parti, proprio su questi temi chiederemo di prendere una posizione chiara nel prossimo consiglio comunale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Deluso

    Questa esperienza politica di centrodestra si sta rivelando una delusione su tutti i fronti….