Emergenza coronavirus. Chiusi parchi, spiagge, moli e pinete: partono i controlli nel ravennate foto

Controlli di Polizia in uscita e in entrata dalle cittadine balneari, palizzate chiuse (nelle foto si può vedere la situazione a Marina di Ravenna): da oggi sabato 14 marzo partono le nuove misure per arginare l’epidemia di Coronavirus. Nel pomeriggio di ieri 13 marzo infatti “Seguendo le raccomandazioni fornite dall’Ausl”  i diciotto sindaci della Provincia di Ravenna hanno deciso di disporre “la chiusura di tutti i parchi pubblici urbani e delle spiagge da sabato 14 marzo fino a revoca del presente provvedimento (a cui si aggiungono nel comune di Ravenna il divieto di accesso alle dighe foranee, ai moli guardiani e alle pinete)”, decisione presa “per evitare che nel week end si generino assembramenti che possono vanificare gli sforzi fatti nelle scorse settimane per la prevenzione e il contenimento alla diffusione del COVID19”.

Ricordando che “le attività motorie e gli sport all’aperto sono da considerarsi consentiti laddove si possano svolgere nella totale solitudine e comunque in luoghi che non presuppongano spostamenti con veicoli a motore”, si raccomanda ai cittadini di informarsi sulle indicazioni che riguardano il proprio comune di appartenenza attraverso i siti internet dei Comuni e delle loro Unioni.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da gianni

    vorrei segnalare,questa cosa che mi sembra poco logica,visto il momento.il postino ti suona oer dirti che ti mette l avviso in buchetta di una raccomandata,ma non puo avere contatto co9n te. quindi devi andare in via Meucci a ritirarla,e li ti trovi trenta persone che devono ritirare creando un bel assembramento.se questo e buonsenso.Gianni

  2. Scritto da armando

    Speriamo per chi sgarra, MULTE severissime, da devolvere agli Ospedali della Romagna (e non).- Mi raccomando se c’è il sole, fate una passeggiatina anche a Lido di Dante.- siccome è un budello di spiaggia dove è facile nascondersi……………

  3. Scritto da Roby

    E tutti quei pirla che non possono rimanere in casa e sono usciti anche oggi a cortere o in bici da corsa? Io ne ho visti anche troppi… Ma è così difficile stare due settimane in casa / ufficio senza fare gli esaltati? Detto da uno sportivo praticante

  4. Scritto da Ale76

    Ma oltre alla multa (neanche tanto salata) ed alla denuncia che essendo da 3 mesi risulta essere più un pro-firma che altro, non possiamo pensare anche alla confisca del veicolo col quale si è commesso reato penale?

    Sono curioso di vedere se oltre ai “fenomeni”di Roby ve ne sono altri motorizzati….