Ravenna vista dall’alto nei giorni della sua quarantena: deserta e silenziosa, bella da stringere il cuore

Più informazioni su

Questo suggestivo video è stato girato da Italdron Ravenna con la collaborazione di Ravennanotizie.it il 28 e 29 marzo 2020, sabato e domenica scorsi. Due giornate di sole splendente, in cui Ravenna si è mostrata in tutta la sua bellezza struggente, tanto più che nelle immagini la città appare insolitamente deserta e silenziosa. È l’anormale normalità di questi giorni di quarantena (usiamo questo termine nella sua accezione più ampia, non in senso strettamente tecnico-scientifico). Giorni in cui anche una sola auto sulla strada colpisce l’occhio. Ravenna vista dall’alto è bellissima, lo sappiamo, ma la vita di clausura cui è costretta le restituisce per qualche settimana la fama di città morta che purtroppo aveva un tempo presso i grandi viaggiatori europei. Una fama di cui avremmo volentieri fatto a meno (e che poi la città ha saputo brillantemente scrollarsi di dosso), così come avremmo tutti fatto a meno di chiuderci in casa per difenderci da questo subdolo virus.

Ravenna deserta

Ma questo video di appena un minuto – frutto di riprese molto più lunghe e dettagliate, messe a disposizione della Polizia locale – testimonia visivamente anche la bravura dei ravennati nel rispettare le regole dei Decreti #iorestoacasa. Lo conferma lo stesso comandante della Polizia locale Andrea Giacomini.

“Dopo i primi giorni, possiamo dire che la grandissima parte dei Ravennati oggi rispetta scrupolosamente le regole di distanziamento sociale e di spostamento solo per necessità stabiliti dalle autorità. – dichiara Giacomini – Qualche indisciplinato c’è sempre ma questo non inficia il fatto che i Ravennati nel loro complesso si stanno comportando molto bene. Basta pensare che noi facciamo circa 200 controlli al giorno per verificare la regolarità degli spostamenti delle persone e le infrazioni riguardano appena il 2 o il 3% del totale.”

“Lo stesso discorso vale per le attività economiche. Come Polizia locale, insieme alla Guardia di Finanza, noi siamo soprattutto addetti al controllo della apertura/chiusura regolare delle attività e anche qui, a fronte di centinaia di controlli, posso dire che le trasgressioni sono solo nell’ordine dell’1%” conclude Andrea Giacomini.

www.italdron.com

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Vittoria Dalpozzo

    Di una bellezza struggente…. grazie!

  2. Scritto da Alberto Laghi

    Bellissima e struggente la “mia” Ravenna…

  3. Scritto da Umberto

    Scusate non ho capito riprese fatte da italdron e Ravenna notizie o dalla polizia?

  4. Scritto da Direttore

    Fatte da Italdron in collaborazione con Ravennanotizie – con opportuna autorizzazione – e messe a disposizione della Polizia Locale. Nel testo è chiaro. LA REDAZIONE

  5. Scritto da armando

    Bellissima e angosciante.- Speriamo sia cosi anche a Pasqua e Pasquetta.- Forza Ravennati..che ce la faremo !!!

  6. Scritto da Umberto

    Grazie e scusate. Ho travisato un della con un dalle. Un saluto e ancora complimenti. Ps: sull’autorizzazione non c’era bisogno di specificare, conosciamo la vostra professionalità. Da sempre.

  7. Scritto da marco74

    Bellissima la città deserta, ma per chi mette tristezza basta trovarsi nel primo forese per vedere un bel pò di persone spostarsi per tutto e di più dall’emergenza acquisto piante in giardino a tutti quei beni di necessità che fino a prima dell’emergenza non lo erano….

  8. Scritto da pietrone

    Il filmato e’ stupendo. Qualche commento e’ sconfortante. “Speriamo che sia cosi’ anche a Pasqua e Pasquetta”. Si, cosi’ mi piace, tutto molto bello ed edificante. Si “noi ravennati ce la faremo”. Certo, sopravviveremo in numero sufficiente per ritrovarci, non si sa bene fra quanti mesi, a mangiare in piazza del popolo ricordando chi non ce l’ha fatta o ne e’ uscito menomato. Sono soddisfazioni, eh.

  9. Scritto da armando

    sig. pietrone..si il mio commento è sconfortante, pero’credo giusto.- se la proroga delle restrizioni è stata prorogata fino a dopo Pasquetta, questa è l immagine che credo, vogliamo vedere di Ravenna.-e perche’ no: io avrei piacere che in quei 3 giorni il tempo si mettesse al brutto con la pioggia che ci vuole per la nostra bella campagna, cosi stiamo piu volentieri in casa.- TUTTI A CASA.- solo cosi ce la faremo.- Mi permetta, le ultime righe del suo scritto non mi sono piaciute:oppure ho capito male il senso? saluti

  10. Scritto da Patroclo

    A ravenna non c’era bisogno neanche del divieto dei contatti sociali!! per evitare il contagio!!