Coronavirus. A Ravenna 728 casi, 20 in più, nessun decesso, l’incremento è del 2,8% stabile video

Aggiornamento della Regione ER delle ore 17.30 di lunedì 6 aprile

I CASI – 17.556 sono oggi lunedì i casi di positività al Coronavirus in Emilia-Romagna, 467 in più rispetto a ieri (tra sabato e domenica, infatti, l’aumento era stato di 549 unità). E sono 72.163 i test effettuati, 2.177 in più. Questi i dati – accertati alle ore 12 di oggi sulla base delle richieste istituzionali – relativi all’andamento dell’epidemia in regione. L’aumento è di circa il 2,7%, inferiore di un punto a ieri. Il Commissario Venturi ha parlato di un quadro di dati tutti complessivamente positivi, tranne quello dei decessi ancora troppo alto, sebbene in calo. “Siamo a metà del guado? No, – ha detto Venturi – siamo già oltre la metà, stiamo già vedendo l’altra sponda”.

LE PERSONE IN ISOLAMENTOComplessivamente, sono 7.795 le persone in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (317 in più rispetto a ieri). 372 le persone ricoverate in terapia intensiva: due in meno rispetto a ieri, così come continuano a diminuire i ricoverati nei reparti non di terapia intensiva, che oggi sono 3.804 (- 35).

LE TERAPIE INTENSIVELe persone ricoverate in terapia intensiva sono 372, 2 in meno rispetto a ieri. Si sono invece registrati 43 ricoverati in meno nei reparti non di terapia intensiva (3.816 oggi rispetto ai 3.859 che si contavano ieri). Questo dato delle terapie intensive invece non è buono: negli ultimi due giorni c’era stato un calo in senso assoluto e non una crescita.

LE GUARIGIONI – Continuano, nel frattempo, a salire le guarigioni, che raggiungono quota 2.397 (196 in più rispetto a ieri), 1.432 delle quali riguardano persone “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; 965 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

I DECESSI –  In calo anche i decessi: 57, purtroppo, quelli nuovi – di cui 31 uomini e 26 donne – ma il giorno prima erano stati 74; il numero complessivo sale così a 2.108. Per quanto riguarda i decessi, per la maggior parte sono in corso approfondimenti per verificare se fossero presenti patologie pregresse. I nuovi decessi riguardano 10 residenti nella provincia di Piacenza, 13 in quella di Parma, 8 in quella di Reggio Emilia, 6 in quella di Modena, 11 in quella di Bologna (nessuno nel territorio imolese), 2 in quella di Ferrara, 1 nella provincia di Forlì-Cesena (a Forlì), 6 in quella di Rimini. Nessuno a Ravenna.

IL DETTAGLIO – In dettaglio, questi sul territorio i casi di positività, che si riferiscono sempre non alla provincia di residenza ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi:

  • 3.167 a Reggio Emilia (101 in più)
  • 2.936 casi a Piacenza (44 in più)
  • 2.691 a Modena (82 in più)
  • 2.617 a Bologna e Imola (96 in più)
  • 2.317 a Parma (42 in più)
  • 1.575 a Rimini (22 in più)
  • 728 a Ravenna (20 casi in più, la percentuale di crescita è del 2,8%, in linea con ieri)
  • 546 a Forlì (20 in più)
  • 510 a Ferrara (22 in più)
  • 469 a Cesena (18 in più)

I 728 casi della Provincia di Ravenna distribuiti per Comune

    • 38 residenti al di fuori della provincia di Ravenna (+ 1)
    • 330 nel comune di Ravenna (+ 15)
    • 109 a Faenza (+ 2)
    • 51 a Cervia (+ 1)
    • 50 a Lugo (nessun aumento)
    • 25 a Bagnacavallo (nessun aumento)
    • 19 a Castel Bolognese (nessun aumento)
    • 19 a Russi (nessun aumento)
    • 18 ad Alfonsine (nessun aumento)
    • 14 a Cotignola (nessun aumento)
    • 14 a Fusignano (+ 1)
    • 9 a Massa Lombarda (nessun aumento)
    • 8 a Conselice (- 1, probabilmente si era registrato un errore di attribuzione in precedenza)
    • 8 a Riolo Terme (nessun aumento)
    • 6 a Brisighella (+ 1)
    • 5 a Solarolo (nessun aumento)
    • 3 a Sant’agata Santerno (nessun aumento)
    • 2 a Casola Valsenio (nessun aumento)
    • Nessun caso a Bagnara

L’informativa delle autorità sui nuovi 20 casi registrati a Ravenna – Importanti le 15 nuove guarigioni

Rispetto alle 20 positività comunicate oggi per il territorio del Ravennate, 11 fanno riferimento a donne e 9 a uomini. Una persona è residente fuori provincia. Quindici pazienti sono in isolamento domiciliare poichè completamente privi di sintomi o con sintomi leggeri, gli altri 5 sono ricoverati, nessuno in terapia intensiva. Sul fronte epidemiologico, si tratta principalmente di pazienti che hanno avuto contatti stretti con casi già accertati. Oggi non si sono registrati decessi mentre ci sono state 15 guarigioni cliniche (10 uomini e 5 donne) per le quali sono programmati i tamponi di verifica attraverso il sistema drive through. Tra i residenti nel Ravennate dall’inizio dell’infezione se ne sono verificate dunque 128 guarigioni cliniche, di cui 43 complete, cioè con doppio tampone negativo. Restano 476 le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi o rientrate in Italia dall’estero.

Un nuovo caso positivo e dieci guariti a Cervia. La dichiarazione del Sindaco Massimo Medri

“Venti i casi in Provincia di Ravenna, di cui un nuovo caso di positività al Covid-19 è stato registrato Cervia, è quanto ci è stato segnalato dall’Ausl Romagna questo pomeriggio, salgono così a 51 i casi accertati in città. Si tratta di una donna di 68 anni, che è stata ricoverata all’Ospedale di Ravenna. L’Azienda Sanitaria ha subito attivato le usuali procedure e predisposto l’indagine epidemiologica. Ci tengo a sottolineare che dei 51 contagiati la maggior parte è seguita in isolamento domiciliare, e 10 di questi sono stati giudicati clinicamente guariti dalla nostra azienda sanitaria. Sono invece circa una novantina i cittadini in isolamento a causa del contagio o perché venuti a contatto con casi accertati. Ribadiamo ancora una volta quanto sia indispensabili attenersi scrupolosamente alle norme Ministeriali, soprattuto ora, in vista della Pasqua, quando la violazione delle norme potrebbe vanificare un mese di sacrifici. Ce la faremo insieme, grazie all’aiuto ed al senso di responsabilità di ciascuno di noi!”

 

Regole Coronavirus

LE 11 REGOLE DA SEGUIRE PER DIFENDERSI DAL CORONAVIRUS

1)  Lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani.

2)  Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute.

3) Evitare abbracci e strette di mano.

4) Mantenere, nei contatti sociali, la distanza interpersonale di almeno un metro.

5) Igiene respiratoria: starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie.

6) Evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva.

7)  Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

8)  Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce.

9)   Non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico.

10)  Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol.

11) Usare la mascherina solo se si sospetta di essere malati o se si presta assistenza a persone malate.

IL NUMERO VERDE REGIONALE: 800.033.033

IL NUMERO TELEFONICO NAZIONALE: 1500

 

LINK UTILI:

  • www.salute.gov.it
  • www.regione.emilia-romagna.it
  • www.auslromagna.it