“Noi ci siamo” della Protezione civile. Il flash mob davanti agli Ospedali di Lugo e Ravenna foto

Più informazioni su

Oggi alle 13 da Piacenza a Rimini in alcuni piazzali antistanti gli ospedali si è svolto il flash mob organizzato dall’Agenzia di protezione civile regionale che, con i suoi funzionari, dipendenti e volontari, ha voluto dire grazie a tutti coloro che sono impegnati quotidianamente per gestire e superare l’emergenza legata alla pandemia di coronavirus. Ma non solo.

Flash mob

Un messaggio duplice per dire che la Protezione civile c’è e ci sarà sempre e ringraziare chi lavora nella sanità insieme a tutto il personale dell’Agenzia e i volontari. Tutti quanti si stanno adoperando ora per supportare il sistema sanitario dell’Emilia-Romagna in questa emergenza che è anche un’emergenza territoriale.

A Lugo, in rappresentanza di tutti i sindaci e gli amministratori dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna erano presenti la presidente dell’Unione Eleonora Proni e il sindaco di Lugo Davide Ranalli. Il suono delle sirene si è concluso con un applauso, rivolto al personale sanitario sceso in strada per accogliere il tributo, mentre il direttore medico del Presidio ospedaliero di Lugo, Paolo Fusaroli, ha ricevuto una colomba pasquale offerta dalla Protezione civile della Bassa Romagna.

“In un momento così difficile, abbiamo voluto far sentire tutta la nostra vicinanza a chi è impegnato in prima linea a combattere questo virus – hanno dichiarato la presidente Eleonora Proni e il sindaco Davide Ranalli -. Un gesto di umanità, per portare anche gli auguri di buona Pasqua agli operatori sanitari e alle loro famiglie e per ringraziarli dello straordinario impegno quotidiano”.

Nelle foto e nel video un momento del flash mob all’Ospedale di Ravenna e di quello all’Ospedale di Lugo.

Flash mob
Flash mob
Flash mob
Flash mob
Flash mob

Più informazioni su