Bassa Romagna: mascherine, buoni spesa e generi alimentari, procedono consegne dei volontari ai bisognosi

Prosegue nei comuni della Bassa Romagna la consegna a domicilio dei beni di prima necessità alle famiglie e alle persone in difficoltà economica. I volontari della Protezione civile della Bassa Romagna hanno lavorato quasi tutta la notte per smistare e preparare le nuove consegne e tra venerdì e sabato saranno distribuite a domicilio attraverso la rete del volontariato e della cooperazione sociale. Le famiglie riceveranno i buoni spesa una tantum finanziati grazie al fondo di solidarietà alimentare (ad oggi sono circa 1500 le domande pervenute), le mascherine messe a disposizione gratuitamente dalla Regione Emilia-Romagna e generi di prima necessità (principalmente alimentari).

Per quanto riguarda le mascherine, oltre a quelle consegnate a domicilio, una parte sarà distribuita alle farmacie e messa a disposizione gratuitamente: modalità e tempi precisi saranno comunicati successivamente.

“In queste settimane di emergenza i volontari e i servizi sociali stanno facendo un lavoro straordinario per far fronte alle tante situazioni di difficoltà – ha dichiarato il sindaco Luca Piovaccari, referente per le Politiche socio-sanitarie dell’Unione -. Grazie a questo operato viene garantita assistenza alle persone più fragili, in modo che nessuno venga lasciato indietro. A questo proposito rinnoviamo il nostro appello a lasciare le mascherine gratuite a chi ne ha effettivamente bisogno. Inoltre, ricordo che al momento le mascherine non sono ancora state consegnate alle farmacie, per cui non bisogna recarcisi per questo motivo”.