Quantcast

Conselice. Incidente sul lavoro all’Unigrà: morto 38enne, collega più giovane accusa malore

Nel pomeriggio del 6 giugno 2020, attorno alle 16,20, s’è registrato un grave infortunio sul lavoro all’azienda Unigrà di Conselice in via Gardizza 9. La dinamica dell’incidente non è ancora stata chiarita ma sembra che la vittima, un uomo di 38 anni, sia stato schiacciata da una pressa morendo sul luogo di lavoro. Un signore collega di 35 anni, assistito all’accaduto, ha accusato un malore ed è stato soccorso dal 118 e trasportato in ospedale a Lugo per accertamenti.
Sul luogo dell’incidente, attualmente sottoposta a sequestro,  i sanitari sono intervenuti con automedica e ambulanza, assieme ai Vigili del Fuoco, ai Carabinieri e agli operatori della medicina del lavoro per i primi rilevamenti e per cercare di ricostruire le dinamiche dell’incidente.

Profondo cordoglio arriva dall’Azienda Unigrà, che attraverso una nota spiega: “Presso lo stabilimento Unigrà di Conselice, è avvenuto un grave infortunio nel reparto Frazionamento Oli che ha coinvolto il dipendente Emiliano Orlandi di 38 anni, purtroppo deceduto. L’Azienda esprime le più sentite condoglianze ai familiari e conferma la piena collaborazione con le autorità competenti per la ricostruzione della dinamica dell’incidente”.

“Fare il Sindaco riserva sempre sorprese e non sempre positive” afferma Paola Pula, sindaco di Conselice, esprimendo il proprio cordoglio nei confronti dell’operaio morto sul lavoro: “Sono molto addolorata per la morte di un giovane operaio, già  cittadino conselicese, una disgrazia terribile avvenuta  ieri  pomeriggio nel nostro comune mentre lavorava. Saranno gli organi competenti a valutare le dinamiche dell’incidente ma perdere la vita sul lavoro è  davvero una ferita per tutta la comunità. Alla famiglia del giovane operaio esprimo i sentimenti di profondo cordoglio e vicinanza in questo momento di profondo dolore”.