Quantcast

Partenza in sordina per Ravenna Bella di Sera. Tagiuri: “Mancano i turisti, ma abbiamo dato un segnale: ci siamo” fotogallery

Ravenna Bella di Sera, l’iniziativa di promozione turistica e commerciale della città, che quest’anno raddoppia i suoi appuntamenti con negozi aperti ed eventi di strada ogni mercoledì e venerdì sera, ha aperto le danze ieri, mercoledì 10 giugno. L’esordio è stato un po’ in sordina: ancora il calendario degli eventi non è partito, le temperature non erano delle più invitanti, ma i ravennati hanno cominciato a riappropriarsi della città anche per la passeggiata serale.

“È stata una serata interlocutoria – conferma Mauro Tagiuri, presidente di Confesercenti Ravenna e proprietario dei due omonimi negozi di abbigliamento in via Cavour e via Cairoli – , non c’era tantissima gente però da qualche parte bisognerà pure iniziare, sono convinto che le prossime serate andranno meglio. Quel che conta è che abbiamo dato un segnale: abbiamo voglia di ripartire, noi ci siamo”.

Non tutti i negozianti hanno aderito, si può dire però che più della metà degli esercenti del centro storico erano aperti, la quasi totalità dei negozi di abbigliamento e dei ristoranti. “Si è sentita la mancanza dei turisti, ma Ravenna era certamente molto più viva ed accogliente del solito. È la strada giusta da perseguire”, conclude Tagiuri.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da armando

    FORZA: ……andra’ tutto bene !!!!!!!!

  2. Scritto da Giuseppe

    Capannelli di gente senza mascherina…
    Deve essere finita la pandemia e non sono stato avvisato.

  3. Scritto da Luca

    Se vogliamo i turisti dobbiamo invitarli e portarli..e per farlo ci vogliono strade decenti e treni veloci adatti.. è stato fatto ciò negli ultimi 50 anni ?

  4. Scritto da Marco74

    Noto positivamente che le persone si mettono in fila correttamente per accedere ai vari uffici e locali ma allo stesso tempo il distanziamento e le giuste precauzioni non vengono spesso osservate.

  5. Scritto da sga

    troppa gente senza mascherine….anzi quasi tutte……non abbassate la guardia

  6. Scritto da leo

    forse mancano anche i negozi