Quantcast

Faenza. Fermato mentre fa un murales ma durante il controllo spunta la marijuana. Arrestato per spaccio

Nel pomeriggio di domenica 14 giugno, nel corso del servizio di controllo del territorio, un equipaggio della Sezione Volanti del Commissariato di P.S. di Faenza ha proceduto a identificare, due ragazzi ( un 28enne faentino L.T e una 21enne M.M) sorpresi a realizzare un murales su uno stabile in abbandono.

Nel corso del controllo uno dei due ha cercato di disfarsi di un involucro di cellophane, subito recuperato dagli agenti. All’interno del cellophane vi erano 2 grammi di marijuana.

Nei confronti del giovane, identificato per il 28enne faentino L.T., gli agenti hanno proceduto ad eseguire la perquisizione domiciliare nel corso della quale i poliziotti hanno rinvenuto e sequestrato 5 involucri contenti 465 grammi di marijuana, la somma di 500 euro in banconote di vario taglio, una bilancia di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

Il giovane è stato condotto negli uffici del Commissariato di P.S. di Faenza dove, dopo le formalità di legge, è stato dichiarato in arresto per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L.T. è stato sottoposto alla misura pre-cautelare degli arresti domiciliari in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida dell’arresto.

Questa mattina il Giudice Unico di I° Grado, dopo la convalida dell’arresto ha rimesso in libertà L.T. rinviando il processo al prossimo 9 luglio; nei confronti dell’indagato è stata applicata la misura dell’obbligo di dimora.

L.T., insieme alla 21enne faentina M.M., è stato inoltre denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Ravenna per il reato di imbrattamento.