Ravenna, improvvisa scomparsa di Emilio Ravagli, uno dei padri nel volontariato locale

Le esequie si svolgeranno martedì 30 giugno con partenza alle 16 dalla Camera Mortuaria verso la chiesa parrocchiale di San Biagio (inizio cerimonia ore 16,30).

È scomparso Emilio Ravagli, a pochi giorni dall’ottantottesimo compleanno. La triste notizia è stata comunicata dal mondo del volontariato, in una nota a firma dell’Associazione Per gli altri ODV – Centro di Servizio per il Volontariato di Ravenna, Consulta del Volontariato Comune di Ravenna ODV e Consulta del Volontariato dell’Unione della Bassa Romagna, Unione Romagna Faentina, Cervia.

“Emilio Ravagli è la persona che più e meglio di ogni altra ha rappresentato, per quarant’anni, la storia ed i valori del volontariato ravennate. Amico e compagno di viaggio del Cardinale Tonini, su ispirazione di questi negli anni ottanta partecipò alla fondazione del CEIS di Ravenna, prestando la propria opera di volontariato per questa importante istituzione cittadina, ininterrottamente e instancabilmente fino ad oggi, assieme all’inseparabile moglie Franca.
Per quarant’anni ha rappresentato il volontariato cattolico nella Consulta del Volontariato, contribuendo in maniera determinante alla nascita del Centro di Servizio per il Volontariato, all’ideazione del pranzo di solidarietà Un Natale in Compagnia, all’organizzazione, sempre impeccabile, delle Festa del Volontariato che ogni anno occupano la Piazza del Popolo il terzo sabato di settembre”.

“Ma i volontari ravennati e tutti quelli che l’hanno conosciuto lo ricordano per la sua infinita bontà – spiegano dal mondo del volontariato -. Emilio è stato un uomo buono, amico di tutti, puntuale nell’incoraggiamento agli amici, incapace di qualunque maldicenza. Un grande seminatore di pace e di amicizia. E’ stato un uomo modesto e come tale ricordava con nostalgia ma senza vanagloria il suo passato di campione di atletica e la sincera amicizia con alcuni dei protagonisti della vita politica nazionale negli anni ottanta e novanta, relazioni che non ha mai sfruttato a vantaggio personale ma esclusivamente a beneficio delle iniziative solidali che si prendeva a cuore. Amava, ricambiato, la famiglia, la natia Bagnacavallo e gli amici del mondo del volontariato. A questi ultimi lascia un’eredità ricchissima: l’esempio di una vita da imitare”.

“Ciao Emilio, ci hai insegnato a nutrire e portare avanti la vita condividendo la semplice umanità, facendoti pane “spezzato” proprio come il Maestro” concludono Associazione Per gli altri ODV – Centro di Servizio per il Volontariato di Ravenna, Consulta del Volontariato Comune di Ravenna ODV e Consulta del Volontariato dell’Unione della Bassa Romagna, Unione Romagna Faentina, Cervia .

Le esequie si svolgeranno martedì 30 giugno con partenza alle 16 dalla Camera Mortuaria verso la chiesa parrocchiale di San Biagio (inizio cerimonia ore 16,30).

Il cordoglio del sindaco Michele de Pascale per la morte di Emilio Ravagli

“Con grande dispiacere apprendiamo della morte di Emilio Ravagli. Ci lascia una figura di riferimento del mondo del volontariato ravennate. Ravagli ha contribuito in maniera determinante a nutrire i valori della solidarietà, della pace e della fratellanza, trasformandoli in azioni concrete di partecipazione e condivisione. Le mie più sincere condoglianze alla sua famiglia e ai suoi cari”.