Quantcast

Lugo. Atti di vandalismo del maggio 2019. Il sindaco Ranalli ringrazia gli inquirenti

In riferimento agli atti vandalici del maggio 2019 in città, il sindaco di Lugo Davide Ranalli ringrazia gli inquirenti per le importanti indagini portate avanti e assicura la piena collaborazione dell’Amministrazione comunale. “La delicatezza dell’argomento e delle indagini, che sono sempre proseguite con grande impegno da parte delle forze dell’ordine, richiedeva prudenza – spiega il sindaco di Lugo – per assicurare il pieno svolgimento dei dovuti approfondimenti e consentire la ricerca della verità. Silenzio non significa mancanza di lavoro, al contrario l’indagine giudiziaria non si è mai fermata e andrà avanti con i procedimenti previsti dalla legge per individuare e condannare chi si è reso responsabile degli atti di vandalismo che hanno deturpato la nostra città”.
“Da parte dell’Amministrazione comunale non è mai mancata la collaborazione e fin da subito abbiamo messo a disposizione degli inquirenti il materiale utile alle indagini – prosegue Ranalli -. Eravamo certi che le nostre forze dell’ordine avrebbero condotto scrupolosamente le indagini e a loro ci siamo affidati per far luce su una vicenda che ha colpito tutti i cittadini di Lugo, che non meritavano certamente di vedere la loro città ferita da quelle scritte. Come già detto in Consiglio comunale, ci muoveremo con ogni azione necessaria a sanare questa ferita. Ringrazio ancora le forze dell’ordine per il grande lavoro che hanno fatto ancora una volta, noi non ne dubitavamo”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Giovanna Montanari

    E LE SVASTICHE ? Come mai quelle restano sui muri in varie città????