Tentato furto al cimitero di Lugo. L’intervento della Polizia Locale mette in fuga i ladri foto

Più informazioni su

Nella notte tra domenica 5 e lunedì 6 luglio, poco dopo la mezzanotte, una pattuglia della Polizia Locale della Bassa Romagna è riuscita a sventare un furto al cimitero di Lugo.

Durante un servizio di controllo del territorio, gli agenti hanno sentito il suono di un allarme provenire dall’area est del cimitero: avvicinatisi all’area, hanno poi udito il rumore di un martello pneumatico, e notato un cancello aperto.
La pattuglia ha quindi ispezionato l’area, scorgendo tre persone che si davano alla fuga. Sul posto si sono recate in supporto anche tre pattuglie della Compagnia Carabinieri di Lugo, purtroppo però le persone in fuga non sono state rintracciate.

Molto probabilmente gli individui fuggiti si stavano apprestando a compiere un furto, e l’intervento della pattuglia ha quindi interrotto l’attività criminosa.

“Ringrazio la Polizia Locale per aver sventato questo grave atto – dichiara l’assessore referente del Comune di Lugo, Veronica Valmori -. Un gesto inaccettabile, che viola un luogo per tutti simbolo del ricordo verso chi non c’è più e offende così l’intera comunità. Sappiamo che le forze dell’ordine sono già al lavoro per risalire ai responsabili, affinché paghino per questo vergognoso gesto”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Patroclo

    Sicuramente “”italiani”” colpa del corona virus!!

  2. Scritto da Giovanni lo scettico

    Invece di “mette in fuga i ladri” io avrei scritto “non sono riusciti a prenderli”