L’avvocato delle suore sul futuro del Convento Emiliani di Fognano: “ecco tutta la verità dei fatti”

Più informazioni su

“Ricevo incarico da Suor Marisa Bambi e dalle Suore domenicane del Santissimo Sacramento di Fognano di stigmatizzare alcune illazioni e gratuite speculazioni apparse nei giorni scorsi su varie fonti giornalistiche e divulgative in ordine alla situazione del Convento Emiliani e al suo prossimo futuro. Lo faccio di buon grado, ma non certo “per Impugnare la spada della legge”, da avvocato laico quale sono, perché non dimentico che le mie assistite ubbidiscono prioritariamente alla superiore legge di Dio. E tuttavia la misura è colma, se non per le Suore, che non disdegnano la biblica “pazienza di Giobbe”, certamente per l’avvocato che è chiamato a rappresentarle e in generale per tutti coloro che hanno a cuore l’esperienza umana e spirituale delle Suore e la storia, unica nel suo genere, del Convento Emiliani”.

A parlare è l’avvocato Lorenzo Valgimigli, che nell’intricata vicenda che vede protagonista il futuro del Convento Emiliani di Fognano, rappresenta proprio le dirette interessate, le suore domenicane che lo abitano e lo gestiscono.

“Ripristiniamo allora la verità dei fatti – prosegue Valgimigli -, perché sul concetto di “verità” si saldano i principi etici della nostra Costituzione laica,
a tutela di valori fondamentali come la dignità della persona e la sua reputazione, con quelli religiosi dell’amore per il prossimo e del principio di Carità. In primo luogo non è vero che “sul convento Emiliani stia ormai calando il sipario”: semplicemente alcune attività sono state temporaneamente sospese, in ossequio alle misure di contenimento anti-Covid, che hanno riguardato tutte le attività collettive, in particolare colpendo i centri di aggregazione e le scuole.
In secondo luogo è assolutamente falso che il Convento Emiliani sia afflitto da “problematiche igienico-sanitarie”. Mai nessuna Autorità Sanitaria, dall’Asl al Sindaco, quale Ufficiale Sanitario, ha mai rilevato infrazioni alla normativa in materia, onde l’addebito nella sua intollerabile genericità si appalesa come gratuitamente denigratorio”.

“Infine – precisa – è ulteriormente falso e offensivo che la Congregazione venga fatta apparire come un Ente sull’orlo del fallimento e quindi ormai paralizzato in ogni sua attività. È bene che tutti sappiano che l’esposizione debitoria è per lo più rappresentata da prestiti e finanziamenti operati negli anni, a favore del Convento, dalle stesse Suore e dalle loro famiglie, cioè da chi ha tenuto in vita il Convento e continua a volerlo tenere in vita. È dunque paradossale e ignominioso affermare che il Convento sia indebitato fino al collo, quando i creditori sono in prevalenza le stesse Suore. Per la restante parte dell’indebitamento è in atto da tempo un piano di dismissione di un cespite immobiliare sito in Roma, di proprietà della Congregazione, che frutterà un
introito tale da consentire il ripianamento dei debiti ed il rilancio di tutte le iniziative e i progetti delle Suore”.

“Sull’Emiliani – conclude – non calerà alcun sipario, quell’esperienza ha radici nei secoli e non basterà qualche interessata attenzione di parte, qualche non accidentale ostacolo in occasione della cessione immobiliare a Roma, per sancirne la fine”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da leo

    bene ha fatto l avvocato a precisare e quel bene comune dovrebbe essere difeso ed aiutato da tutta la comunità con anche idee di rilancio a favore della comunità stessa-
    penso ad un luogo dove ritirarsi per periodi di meditazione – magari con corsi ad hoc