Unione. Anno scolastico 2020-21: tre bandi per libri di testo, borse di studio e titoli di viaggio annuali

Con l’inizio dell’anno scolastico sono diverse le misure economiche previste a sostegno delle famiglie residenti nell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. Tra mercoledì 16 e venerdì 18 settembre, infatti, si aprono tre diversi bandi: contributi per libri di testo, borse di studio per l’anno scolastico 2020/21 e rimborso parziale dei titoli di viaggio annuali. Di seguito le specifiche per ciascun bando.

Contributi per libri di testo
Il beneficio è finalizzato a sostenere le famiglie nell’acquisto di libri di testo e di altri materiali e contenuti didattici, anche digitali, relativi ai corsi di istruzione. La misura è rivolta agli studenti delle scuole secondarie di primo e secondo grado le cui famiglie siano in possesso di un’attestazione Isee 2020 per prestazioni agevolate rivolte
ai minorenni, in corso di validità, rientrante in due fasce: da 0 a 10.632,94 euro e da 10.632,95 a 15.748,78 euro.

Per questo bando, l’Unione è competente anche per gli studenti residenti in una regione che applica il criterio della frequenza in materia di diritto allo studio, se lo studente frequenta una scuola collocata nel territorio dei Comuni dell’Unione. La domanda deve essere presentata, esclusivamente online, entro le 18 del 30 ottobre 2020 sul sito https://scuola.er-go.it/. I Caf (Centri assistenza fiscale) del territorio, convenzionati con Er.go, sono comunque disponibili a fornire gratuitamente assistenza per la presentazione della domanda.

Per qualsiasi informazione o chiarimento in merito alle modalità di presentazione delle domande, è possibile rivolgersi allo Sportello Sociale Educativo del proprio Comune di residenza, oppure consultare il sito www.labassaromagna.it/Guida-ai-Servizi nelle apposite sezioni.

Borse di studio regionali e ministeriali
La misura regionale, finalizzata a sostenere le spese necessarie alla frequenza scolastica nell’assolvimento dell’obbligo di istruzione, è rivolta agli studenti residenti in Provincia di Ravenna e iscritti al primo e secondo anno delle scuole secondarie di secondo grado; al secondo e terzo anno dei percorsi IeFP presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo di istruzione; alle tre annualità dei progetti personalizzati di IeFP presso un organismo di formazione professionale accreditato per l’obbligo di istruzione.

La misura ministeriale, finalizzata a sostenere gli studenti nell’acquisto di libri di testo, di soluzioni per il trasporto e la mobilità, per l’accesso a beni e servizi di natura culturale, è rivolta a studenti iscritti: all’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado e residenti in provincia di Ravenna; all’ultimo triennio delle scuole secondarie di secondo grado dell’Emilia-Romagna e residenti in altre regioni che erogano il beneficio secondo il criterio della scuola frequentata. La famiglie devono essere in possesso di un’attestazione Isee, in corso di validità, inferiore o uguale a 15.748,78 euro. La domanda, per entrambe le misure, deve essere presentata, esclusivamente online
entro le 18 del 30 ottobre 2020 sul sito https://scuola.er-go.it/. Anche in questo caso i Caf convenzionati con Er.go sono comunque disponibili a fornire gratuitamente assistenza.

Per qualsiasi informazione o chiarimento in merito alle borse di studio, è possibile rivolgersi all’Urp della Provincia di Ravenna, oppure consultare il sito www.provincia.ra.it/borsestudio.

Rimborso parziale titoli di viaggio annuali
La misura è rivolta agli studenti che frequentano una scuola secondaria di secondo grado, oppure un organismo di formazione professionale per l’obbligo di istruzione accreditato nel sistema regionale IeFP che abbiano acquistato uno o più abbonamenti del trasporto pubblico regionale. La famiglie devono essere in possesso di un’attestazione Isee, in corso di validità, inferiore o uguale a 8.920,68 euro.

La domanda deve essere presentata entro le 23:59 di venerdì 23 ottobre 2020, esclusivamente online, sul sito dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna – Sezione Servizi online. Per poter presentare domanda è necessario essere in possesso di un’identità digitale Spid, oppure della Carta di identità elettronica (Cie), e in ogni caso è
indispensabile avere un indirizzo di posta elettronica.

Per qualsiasi informazione o chiarimento, rivolgersi allo Sportello Sociale Educativo del proprio Comune, oppure
consultare il sito www.labassaromagna.it/Guida-ai-Servizi nelle apposite sezioni.