Parte il servizio a chiamata sperimentale per i bus a San Pietro in Vincoli

Più informazioni su

Partirà lunedì la sperimentazione del servizio a chiamata, mobility on demand, nell’ambito del trasporto pubblico locale (TPL), nell’area di San Pietro in Vincoli, al fine di facilitare gli spostamenti tra i centri minori della zona sud di Ravenna.

Si tratta di un servizio a chiamata, in tempo reale, grazie all’utilizzo di un’apposita applicazione (Shotl) che gli utenti potranno scaricare sullo smartphone.

Questa mattina il servizio è stato illustrato nella conferenza stampa a cui hanno partecipato Roberto Fagnani, assessore alla Mobilità, Davide Missiroli, consigliere delegato METE, Palmiro Fontana, presidente consiglio territoriale San Pietro in Vincoli e  Roberto Massari in rappresentanza di Co.e.r.bus

“E’ un servizio innovativo – ha affermato l’assessore Fagnani – che vuole raggiungere uno dei nostri obiettivi legati all’incentivazione della mobilità sostenibile tesa a snellire il traffico, consentire maggiore accessibilità e fruibilità degli spazi urbani, tutelare l’ambiente. Insomma un servizio su misura delle esigenze di spostamento e collegamento dei cittadini, che invito all’utilizzo non solo perché semplice e comodo ma anche perché dagli esiti della sperimentazione dipenderà la sua estensione ad altre aree del territorio comunale”.

Il servizio sarà attivo in oltre duecento fermate sia del trasporto pubblico sia di quello scolastico. Grazie alle caratteristiche dell’applicazione, compatibile con tutti i sistemi operativi, saranno fornite all’utente, al momento della prenotazione, i tempi di arrivo del mezzo alla fermata e la stima di quelli necessari per raggiungere la destinazione; sarà possibile effettuare la prenotazione da parte di più persone contemporaneamente con l’obbligo di definire il numero dei passeggeri; sarà valutato il percorso migliore in termini di tempo sia nel caso di viaggi singoli sia nel caso di combinazione di più utenti con fermate e destinazioni differenti.

Il servizio sarà organizzato attraverso l’utilizzo di due mezzi (da 9 o 18 posti) durante il periodo invernale e con 1 mezzo durante quello estivo. Sarà possibile fare il biglietto a bordo grazie alla dotazione di emettitrici o richiedendolo all’autista, pur restando valida la possibilità di acquistarlo online come per le corse ordinarie.

Il servizio sarà attivo tra le 9 e le 12 e dalle 14.30 alle 18, sia in inverno che in estate, mentre le tariffe resteranno le stesse del trasporto pubblico locale ordinario, comprese le zone tariffarie e gli abbonamenti.

L’area servita è quella che ricomprende Ravenna sud (con 3 fermate, Cmp, Ospedale/Pronto soccorso, via Berlinguer), Madonna dell’Albero, Borgo Faina, Longana, San Bartolo, Ghibullo, Gambellara, Santo Stefano, Osteria, Carraie, San Pietro in Vincoli, Coccolia, Ducenta, San Pietro in Campiano, Campiano, San Zaccaria, Borgo Sisa, Case Murate.

La sperimentazione avrà la durata di un anno.

Più informazioni su