Cgil, Cisl e Uil: “Organizzato presidio dei lavoratori davanti alle centrale Enel di Porto Corsini”

Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil, unitamente ai lavoratori della centrale Enel di Porto Corsini, “organizzano, in occasione dello sciopero in programma lunedì 28 settembre, un presidio davanti ai cancelli della centrale Teodora di via Baiona a Porto Corsini. L’iniziativa è prevista dalle 7,30″.

“C’è la necessità impellente di avere risposte concrete alle nostre rivendicazioni – commentano le segreterie territoriali di Filctem Cgil, Flaei Cisl e Uiltec Uil -. L’organico attuale, conseguenza delle riorganizzazioni che Enel ha effettuato a seguito dello scarso utilizzo degli impianti degli anni passati, non è più adatto a condurre in sicurezza la centrale che da parecchio tempo ha ripreso a funzionare con continuità. Siamo preoccupati sia per la sicurezza e la salute dei lavoratori, che da troppo tempo supportano con il loro impegno le oramai evidenti carenze organizzative, sia per le conseguenze che un eventuale incidente potrebbe causare in un contesto industriale situato tra la pialassa Baiona e i centri abitati di Marina di Ravenna e Porto Corsini. Crediamo in una forte partecipazione da parte dei lavoratori, ai quali diamo appuntamento alle 7,30 davanti ai cancelli della centrale Teodora. Dopodiché vedremo se e con quali proposte Enel si presenterà al tavolo; noi siamo comunque pronti, con il sostegno dei lavoratori, a proseguire con altre azioni di lotta”.

Lo sciopero sarà così articolato: per tutto il personale in orario giornaliero intera giornata lavorativa; per il personale turnista, tutte le linee di turno dalle 6 del 28 settembre alle 6 del 29 settembre; per il personale semiturnista di Porto Corsini, tutti i semiturni che ricadono il 28 settembre.