Coronavirus: il Comune di Ravenna precisa su divieto di svolgimento di convegni e congressi, tranne quelli in modalità a distanza

Più informazioni su

In riferimento al divieto di svolgimento di convegni e congressi, con la sola eccezione di quelli svolti con modalità a distanza, introdotto dall’ultimo “decreto anti Covid”, quello del 18 ottobre, in vigore fino al 13 novembre, l’Amministrazione comunale di Ravenna ha esaminato le successive indicazioni applicative fornite dal ministero dell’Interno con un’apposita circolare, nelle quali si evidenziano, tra gli elementi che connotano convegni e congressi “il possibile carattere ufficiale degli stessi”, “l’eventuale loro apertura alla stampa e al pubblico, il fatto stesso che possano tenersi in locali pubblici o aperti al pubblico”. Sulla scorta di tali definizioni – e della ratio sottesa ai provvedimenti governativi, legata in primo luogo alla tutela della salute e della sicurezza delle comunità – appare ad oggi evidente che iniziative quali conferenze, letture pubbliche, presentazioni di libri (solo per fare alcuni esempi) siano da ritenersi assimilate a congressi e convegni e quindi possano svolgersi esclusivamente in modalità a distanza.

L’Amministrazione comunale sta informando tutti i soggetti che a qualsiasi titolo collaborano con la stessa, affinché possano conformarsi a tali disposizioni, che naturalmente potranno variare qualora il Governo definisca diversamente la situazione. Per quanto riguarda le iniziative organizzate direttamente dal Comune potranno essere rinviate oppure appunto organizzate con modalità a distanza, a partire da quelle dedicate al settimo centenario della morte di Dante, per la cui rimodulazione si è già al lavoro.

L’ultimo appuntamento delle Conversazioni Dantesche, avviate con successo anche per il grande interesse del tema legato ai contagi e alle contaminazioni che da fatto sanitario diventano anche fenomeni culturali, previsto per martedì 27 ottobre alle 17.30, verrà trasmesso attraverso la piattaforma streaming di vivadante.it. Sono per ora sospesi gli incontri di presentazione con l’autore del Centro Relazioni Culturali, in particolare la presentazione del libro “Dante in Romagna” di Eraldo Baldini prevista per oggi e la presentazione del volume “Le regole del lusso” di Maria Giuseppina Muzzarelli prevista per venerdì 30 ottobre. Per quanto riguarda gli eventi di novembre si sta operando per garantire, almeno in parte, la realizzazione delle iniziative in modalità streaming quando possibile, in relazione alla natura dell’evento e della disponibilità del relatore.

Vengono rimandati alcuni eventi della biblioteca Classense, in particolare quelli di sabato 24 ottobre alle 9.30 e alle 17 rispettivamente relativi all’illustrazione del manoscritto 406 in collaborazione con la delegazione Fai di Ravenna e alla presentazione di “Generazione Z” con Giulia Blasi e la conferenza programmata per giovedì 29 ottobre a cura dell’Associazione italiana di cultura classica dal titolo “Musica instrumentalis. Gli strumenti musicali dall’antichità al Rinascimento”. Rimangono in programma invece le visite guidate alla mostra “Inclusa est flamma” e il Silent Play per Dante.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Filo

    Ah giusto! Tipo il Giovinbacco, no?

  2. Scritto da Gianni

    …. Eh bella questa… Giovinbacco porta voti quindi si fa…. La maratona porta meno voti quindi non si fa…. Meraviglioso