Ravenna al 15° posto nella classifica nazionale del Sole24Ore sulla Criminalità

Più informazioni su

Con 16.710 denunce registrate nel 2019 Ravenna è al 15° posto nella classifica generale del Sole24Ore sulla Criminalità.  Il quotidiano economico ha pubblicato quest’oggi, 16 ottobre, l’indice della criminalità, classifica che fotografa le denunce registrate in 106 province, relative al totale dei delitti commessi sul territorio nazionale nel 2019.
Il capoluogo ravennate è sul podio, al terzo posto, per quanto riguarda i furti in abitazione (con 2.041 denunce ), al secondo posto per Omicidi colposi, al secondo posto per Omicidi da incidenti stradali. Compare nelle prime 15 posizioni per per furti (13°), furti in esercizi commerciali (12°), per violenze sessuali (13°), per sfruttamento della prostituzione e pornografia minorile (15°).

La “Pagella”  di Ravenna 

Per quanto riguarda i primi mesi del 202, l’attività criminale nel nostro Paese ha subito l’influenza del Lock down:  “dimezzati i furti, in particolare scippi e borseggi. Rapine ridotte di un terzo, con flessioni oltre il 50% per quelle in banca o negli uffici postali, chiusi al pubblico nei mesi chiusura – piegano dal Sole24ORe -. Il database interforze sull’attività criminale, gestito dal dipartimento di Pubblica sicurezza del ministero dell’Interno, registra un calo in media del 25,9% dei delitti commessi e denunciati durante i primi sei mesi del 2020. Un risultato atteso, conseguenza diretta delle limitazioni agli spostamenti imposte dall’emergenza sanitaria, che si riflette soprattutto sui reati predatori. In controtendenza maltrattamenti e violenze tra le mura domestiche, crimini informatici, usura e contrabbando” spiegano sul sito del quotidiano economico.

Più informazioni su