Casi Covid alla media Randi di Ravenna. Il dirigente Banzola: “una ventina di studenti positivi, tutti asintomatici”

È il dirigente Mirco Banzola a tracciare il quadro complessivo della “situazione contagi” nella Scuola Secondaria di 1° grado Vincenzo Randi, l’istituto di Via Marconi a Ravenna, composto da 15 classi, dove nei giorni scorsi sono stati verificati diversi casi di coronavirus. Banzola – contattato telefonicamente – fa chiarezza e spiega la situazione: “La scorsa settimana, venerdì 23 ottobre, a seguito della positività di un docente, cinque classi della Scuola media Randi sono state sottoposte a tampone naso-faringeo. Il controllo è stato effettuato anche su 22 persone, tra docenti e personale ATA ed è risultato positivo solo un docente”. “A seguito di questa positività è partito un secondo contact tracing che ha comportato un ulteriore controllo in altre due classi – prosegue -. Quindi, il 26 ottobre sono stati sottoposti a tampone gli alunni di altre due classi e altri 53 contatti del docente positivo”.

“I 53 adulti sono risultati tutti negativi – precisa il dirigente Banzola -, mentre i due terzi degli studenti di una classe sono risultati positivi, tutti asintomatici. Per loro è scattata la quarantena, con attivazione della didattica a distanza. Nell’altra classe è stato rilevato un solo caso covid: si tratta del fratello di uno studente della classe in quarantena. Per questa seconda classe le lezioni proseguono regolarmente a scuola”.

“Quindi su sette classi sottoposte a tampone solo in un caso è stato necessario attivare la quarantena – sottolinea il dirigente -. L’Ausl ha verificato che all’interno della scuola sono state rispettate tutte le misure previste dai protocolli anti coronavirus e che è quindi probabile che il contagio tra gli alunni si sia diffuso durante frequentazioni extra scolastiche. È chiaro che gli alunni risultati positivi hanno fratelli in altre classi e in altre scuole, quindi al momento non possiamo escludere che ci possano essere nuovi casi, e l’Ausl ha attivato il contact tracing, per cercare di mappare il possibile contagio”.

“Da parte della scuola c’è massima attenzione per questi ragazzi, che hanno dimostrato grande maturità, reagendo positivamente alla situazione. Io stesso mi sono collegato questa mattina online con loro per esprimergli tutto il sostegno della scuola”, conclude il dirigente.

Docenti e personale ATA e tutti gli alunni (con autorizzazione firmata dai genitori) distanziati e con la necessaria privacy, sono stati sottoposti a tampone nell’aula polifunzionale della scuola. Ora l’Ausl ha disposto che per 10 giorni tutti gli alunni della scuola (fino al 2 novembre), compresi docenti e personale ATA, indossino sempre la mascherina, anche in situazione di staticità e nonostante il distanziamento.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da leo

    logicamente visto le condizioni dei trasporti e gli affollamenti alle fermate