Ravenna, vicesindaco Fusignani: “riapertura aeroporto di Forlì ridà slancio allo sviluppo dei collegamenti in Romagna”

"No alla competizione tra i tre scali, sì alla condivisione di strategie comuni”

Più informazioni su

“La riapertura dell’aeroporto Ridolfi di Forlì – afferma il vicesindaco di Ravenna Eugenio Fusignani – è motivo di grande soddisfazione e deve costituire un’occasione di approfondimento e riaccelerazione del tema dei collegamenti relativo non solo a Ravenna ma a tutta la Romagna. Bisogna infatti non solo ragionare in una logica di sistema ma essere orgogliosi quando da questa modalità di programmazione si ottengono i risultati auspicati senza cedere alla tentazione di sterili campanilismi. È indubbio che Rimini costituisca una località turistica di eccellenza tra le più importanti in Italia: l’aeroporto di Forlì non solo non toglie nulla a Rimini, ma costituisce un valore aggiunto e un motivo in più di tranquillità e sicurezza per Rimini stessa oltre che di grande opportunità e sviluppo per tutta la Romagna. Il fatto poi che lo scalo forlivese sia stato scelto già da quattro compagnie fa ben sperare per la sua definitiva affermazione”.

“Come amministrazione – prosegue Fusignani – auspichiamo che la Regione promuova un’integrazione tra gli aeroporti di Bologna, Forlì e Rimini e che non si ripresentino gli errori del passato con atteggiamenti di competizione e concorrenza tra le gestioni dei tre scali, ma siano essi tutti e tre opportunamente rappresentati con la condivisione di strategie comuni. Si aggiunge quindi una motivazione forte per imprimere nuovo impulso al processo di  miglioramento, potenziamento e valorizzazione degli assi viari, dalla Ravegnana alla E55, fino al potenziamento delle linee da parte di Ferrovie dello Stato oltre a quelle che prevede già di attuare per il nostro scalo portuale. L’ammodernamento della rete dei collegamenti in modo funzionale e fruibile secondo le accresciute esigenze di movimento dei passeggeri e delle merci, è l’elemento imprescindibile per assecondare le prospettive di sviluppo che l’hub portuale metterà in campo; dunque i collegamenti costituiscono quel grande volano di sviluppo su cui è impegnato l’assessore Corsini e che il sindaco de Pascale, io stesso e questa amministrazione, proponemmo, intervenendo ad un convegno su questi temi promosso qualche  anno fa da Confcommercio Ravenna; a quest’ultima  va attribuito il merito di essere stata tra le più decise a battersi per la riapertura dell’aeroporto di Forlì”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Armando

    un grande, grandissimo IN BOCCA AL LUPO.- si..ora basta campanilismi… Il momento non è dei migliori, ma si deve lavorare sin da ora per renderlo/li tutti attivi.-

  2. Scritto da cromwell

    Ma prima studiare i fondamentali del trasporto aereo e capire come si costruiscono le rotte in base alla domanda di trasporto mai? Dal pressapoco dichiarato uno potrebbe dedurre che si riaccelera il collegamento Ridolfi-La Spreta. In aereo. E prima o poi qualcuno dovrà scrivere la storia quarantennale delle malefatte delle due società di gestione romagnole. Fatte con l’aiuto (interessato) di Bologna.