Bassa Romagna. Nuovi contagi nelle CRA di Lugo e Cotignola. Migliora la situazione alla Boari di Alfonsine

Non si ferma l’ondata di contagi all’interno delle strutture per anziani della Bassa Romagna. Nuovi casi Covid sono stati rilevati in diverse strutture, sia tra gli ospiti anziani che tra gli operatori. A darne notizia sono stati ieri, martedì 24 novembre, i sindaci di Lugo e Cotignola. Migliore invece la situazione alla CRA Boari di Alfonsine.

Tra 19 nuovi casi di positività rilevati nella giornata di ieri a Lugo, vi sono un’operatrice e una persona ospite della comunità alloggio di via Fermini e due operatrici della Cra San Domenico. Nel dare la notizia, Ranalli ha specificato che tutti, al momento, non manifestano sintomi.

Rispetto alla situazione alla Casa Protetta di Cotignola, il sindaco Piovaccari ha informato che “le condizioni degli ospiti positivi presenti in struttura rimangono stabili. Alcuni restano ricoverati in aree covid dell’ospedale di Lugo. Nel frattempo è emersa un’ulteriore positività di un operatore (negativo allo screening di martedì 17 novembre ma che ha rifatto il tampone a seguito del manifestarsi di sintomi). Sono quindi complessivamente 3 gli operatori positivi. Tutti gli ospiti e tutti gli operatori negativi sono stati nuovamente sottoposti a tampone e sono intervenuti i medici dell’USCA (Unità Speciale di Continuità Assistenziale dell’Ausl) per visitare gli ospiti positivi”.

Il sindaco di Alfonsine, Riccardo Graziani, ha comunicato che “all’esito dell’incontro tenutosi con Ausl e gestore della CRA Boari è possibile affermare che la situazione si stia avviando verso una normalizzazione: molte sono le negativizzazioni già accertate in attesa del dato definitivo degli ultimi tamponi. In ogni caso, le cifre emerse a livello provinciale non consentono certamente di abbassare la guardia: lo zero odierno per Alfonsine, pur da accogliersi favorevolmente, non è certo significativo. Per cui raccomando sempre la massima cautela nella quotidianità di ognuno”.