Lugo: messo a dimora un nuovo leccio nel cortile della scuola media “Francesco Baracca”

Più informazioni su

Un nuovo albero nel cortile della scuola media “Francesco Baracca” di Lugo. Nella mattinata di giovedì 26 novembre è stata infatti messo a dimora un nuovo leccio. La nuova piantumazione, prevista inizialmente per la settimana scorsa in occasione della Giornata nazionale degli alberi ma rimandata causa maltempo, si è svolta alla presenza dell’assessore all’Ambiente Maria Pia Galletti e degli studenti della scuola Baracca. Gli alunni di tre classi prime hanno infatti assistito, una classe alla volta, alle operazioni di messa a dimora e hanno preparato per l’occasione alcuni cartelli e pensieri sul tema dell’ambiente e della natura. Tra le frasi lette dai bambini c’erano “Piantala! Prima che sia tardi”, “Pianta un albero, vivi due volte” e “Ogni albero racconta una storia, piantiamone uno per raccontare la nostra”. Inoltre, gli studenti hanno disegnato su dei cartelli le lettere che hanno composto la frase “Piantiamo il nostro futuro”.

I ragazzi della scuola Baracca, a cui è stato consegnato anche il Regolamento del verde, che definisce le regole da seguire per la gestione del verde pubblico e privato, si prenderanno cura del nuovo albero, in collaborazione con l’Amministrazione comunale.

“Quest’anno in occasione della Giornata degli alberi non è stato possibile organizzare iniziative partecipate dedicate all’ambiente – spiega l’assessore Maria Pia Galletti -. Abbiamo comunque voluto dare l’opportunità agli studenti di riflettere su un tema così importante come la sostenibilità e la natura, un tema che riguarda il futuro di tutti noi e su cui ho notato un grande interesse da parte degli studenti”.

L’iniziativa è stata anche l’occasione per consegnare alla scuola media Baracca l’assegno premio di Riciclandino, il concorso che promuove l’utilizzo delle stazioni ecologiche da parte di studenti e famiglie. La scuola lughese quest’anno si è infatti classificata al secondo posto tra gli istituti della Bassa Romagna, aggiudicandosi 459 euro. Il progetto Riciclandino è ideato dal Comune di Ravenna e dal Gruppo Hera, in collaborazione con i Comuni dell’Unione della Romagna faentina e della Bassa Romagna, di Cervia, Russi e di Atersir.

Più informazioni su