Quantcast

La situazione della pandemia nella Bassa Romagna nel report dei Sindaci: quattro decessi a Lugo, uno a Massa Lombarda

Questo il punto Covid nella Bassa Romagna nella giornata di ieri 7 dicembre.

  • 839 casi complessivi a Lugo (+ 12)
  • 334 Bagnacavallo (+ 5)
  • 295 Alfonsine (+ 16)
  • 225 Russi (+ 2)
  • 206 Massa Lombarda (+ 4)
  • 178 Cotignola (+ 4)
  • 162 Conselice (+ 1)
  • 140 Fusignano (+ 3)
  • 71 Sant’Agata sul Santerno (+ 2)
  • 46 Bagnara (+ 5)

E queste invece le notizie sui alcuni comuni, riportate dai singoli Sindaci.

DAVIDE RANALLI – LUGO. “Nella giornata di ieri sono stati comunicati 12 nuovi casi, uno solo di loro al momento è ricoverato, ma per altra patologia. Sono per la maggior parte persone asintomatiche, solo due di loro, infatti, presentano sintomi. È arrivata anche la notizia di una nuova guarigione di un cittadino lughese. Purtroppo questo virus continua a fare vittime. Sono stati comunicati i decessi di quattro lughesi. Tante purtroppo sono le persone che ci hanno lasciato nelle ultime settimane. Condoglianze alle loro famiglie.” Attualmente i pazienti nel reparto Covid dell’Ospedale di Lugo sono 54, quelli ricoverati in cardiologia Covid sono 10, mentre in terapia intensiva ci sono 8 pazienti.

RICCARDO GRAZIANI – ALFONSINE. “I numeri si mantengono elevati anche oggi (ieri per chi legge), sia a livello provinciale con 219 casi, sia a livello comunale con sedici ulteriori casi. Va da sé che ho preso immediati contatti con l’Ausl Romagna per avere una analisi dei numeri odierni e di quelli di domenica (sempre sedici, come ricorderete): anche in tal caso, si tratta di contagi familiari per ben quattordici di loro, individuati dall’Ausl per mezzo di una approfondita attività di tracciamento in quanto, per larga parte, anche asintomatici. Alcuni sono legati alle positività emerse ieri. È probabile che da domani i numeri tornino ad essere maggiormente contenuti ed in linea con una realtà delle nostre dimensioni. Per quanto concerne le scuole, procedo ad un riepilogo della situazione. Infatti, l’Ausl sta portando avanti uno screening ampio e condivisibilmente prudenziale sui nostri istituti scolastici. I tamponi fatti sulla classe di scuola primaria in cui era emerso, nei giorni scorsi, un contagiato, hanno dato tutti esito negativo.
Analogamente, sono risultati negativi anche i tamponi effettuati sulla sezione della scuola per l’infanzia di cui pure vi avevo parlato la scorsa settimana. Nei prossimi giorni saranno sottoposti a screening anche quattro ulteriori classi della scuola primaria nelle quali sono emersi, nell’ambito della ricostruzione dei contatti di altri casi già accertati, nuovi positivi (ricompresi nei numeri generali di cui ho dato conto poc’anzi, ossia contagi endofamiliari). Per scrupolo, l’Ausl ha ritenuto di sottoporre a tampone anche una ulteriore sezione della scuola dell’infanzia ed una ulteriore classe della secondaria di primo grado. Ho potuto personalmente constatare che Scuola ed Ausl stanno prestando la massima attenzione ed il massimo impegno. Per quanto concerne gli ospiti della struttura privata oggetto di un focolaio nelle scorse settimane, ci è stata comunicata una situazione sostanzialmente stazionaria con sintomi in genere contenuti. Infine, nei prossimi giorni, d’intesa con l’Ausl Romagna, verrà predisposta una postazione di “drive through” ad Alfonsine nel parcheggio a lato dell’ex ospedale per coloro che siano in quarantena e la cui positività non sia stata ancora accertata. Come saprete, i “drive through” sono i punti, gestiti direttamente dal personale dell’Azienda Sanitaria, in cui è possibile eseguire dalla propria auto i i tamponi per accertare o meno la presenza del Covid19. A questo riguardo, dovrei avrei avere maggiori ragguagli nei prossimi giorni. Mi sembra di aver riportato tutto quanto emerso in queste ore: la raccomandazione è sempre di seguire le regole elaborate dalla scienza medica (le consuete: utilizzo mascherine; lavaggio mani ed utilizzo di soluzioni idroalcoliche; corretto distanziamento etc). Al contempo, non incorriamo in un inutile allarmismo, ma cerchiamo di rimanere obiettivi e lucidi. I dati sono consistenti ma vanno correttamente contestualizzati. Il monitoraggio prosegue costante con screening condotti su amplia scala; l’attenzione è massima. Spero di essere in grado di dare notizie migliori a breve.”

LUCA PIOVACCARI – COTIGNOLA. L’ultimo ospite ricoverato nell’area Covid dell’ospedale di Lugo è rientrato in struttura protetta. L’Ausl ha comunicato la fine dell’isolamento per i primi 4 pazienti che si sono negativizzati. Restano stazionarie le condizioni degli ospiti positivi presenti in struttura, monitorati costantemente dall’USCA dell’Ausl. Ieri tutti gli ospiti e tutto il personale sono stati sottoposti ad un ulteriore tampone.”

NICOLA PASI – FUSIGNANO. “Ieri a Fusignano mi sono stati comunicati tre nuovi casi di positività Covid-19. Si tratta di una persona asintomatica individuata tramite contact tracing, di una persona che presentando sintomi non preoccupanti potrà continuare la propria convalescenza in isolamento domiciliare e di una persona la cui positività è stata individuata al momento del suo ricovero in ospedale per altre patologie. Porgo loro l’abbraccio della nostra comunità ed un caro in bocca al lupo per una pronta e serena guarigione. I contagi riscontrati a Fusignano da inizio pandemia raggiungono pertanto oggi le 140 persone. I casi giornalieri registrati in provincia sono invece 219 (51 più di ieri) con 150 asintomatici e 69 sintomatici di cui 6 ricoverati. Occorre pertanto che continuiamo ad interpretare questa riconquistata “zona gialla”, che ha consentito la riapertura al pubblico di diverse nostre attività, con lo stesso rigore ed attenzione delle settimane trascorse.”

DANIELE BASSI – MASSA LOMBARDA.  “I nuovi 4 casi massesi sono: 3 casi sporadici emersi a seguito di sintomi; 1 contatto con caso già noto in ambito scolastico. Inoltre ci è stato comunicato il decesso di una nostra concittadina di 93 anni ospite da tempo di una struttura a Lugo. Alla famiglia inviamo le nostre più sincere condoglianze, il cordoglio e la vicinanza dell’Amministrazione comunale e dell’intera città. L’esito degli ulteriori tamponi effettuati nei giorni scorsi a tutti gli ospiti e al personale della casa protetta “M. Geminiani” ha dato esito negativo, come pure sono negativi i tutti i tamponi di una sezione della scuola dell’infanzia Pueris Sacrum. A seguito di una positività riscontrata in una classe della scuola primaria di Fruges, la classe è stata messa in quarantena precauzionale con didattica a distanza, in attesa dell’esito dei tamponi che ci è stato comunicato saranno effettuati domani.”

BAGNARA DI ROMAGNA – “Anche nel nostro Paese i numeri continuano a salire e si sta ripetendo spesso la situazione per cui un componente di una famiglia positivo, nei primi giorni in cui ancora non sa di essere positivo, contagia altri componenti, per cui i contagi aumentano spesso a gruppetti, a focolai che si accertano col passare di pochi giorni. Nella giornata di ieri ben 5 sono i nuovi contagi comunati per il Comune di Bagnara, casi in parte legati a focolai noti. Il numero complessivo dall’inizio della pandemia è salito a 46. Nota positiva, negli ultimi giorni si sono negativizzati e dunque sono guariti 8 nostri concittadini.”

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Catia

    C’è tanta abnegazione da parte degli operatori sanitari nella cura di questo maledetto virus.Ma come non porsi qualche interrogativo sugli assembramenti degli ultimi giorni?È lecito ancora una volta tutto questo?