Quantcast

Safari Ravenna si candida per ospitare Dumba, elefantessa abbandonata in una discarica francese

Ha fatto molto scalpore la video denuncia in merito ad una elefantessa di 43 anni abbandonata in una discarica del Gard, in Francia. Lo zoo Safari di Ravenna, informato dell’accaduto, ha subito preso contatti con l’Ambasciata francese a Roma per comunicare la disponibilità del Giardino zoologico di Ravenna ad accogliere l’esemplare, in modo da garantire al pachiderma tutte le cure necessarie e la permanenza nello stesso giardino zoologico.

“Abbiamo appreso la notizia dai mass media e, dal momento che abbiamo un nucleo di veterinari molto esperto nella gestione degli animali (anche elefanti), abbiamo subito contattato l’Ambasciata francese di Roma per candidarci ad ospitare l’animale ferito -afferma il direttore del Parco Osvaldo Paci, spiegando le motivazioni che hanno portato lo zoo Safari di Ravenna a candidarsi- “Il Gruppo Fasano (Zoo Safari) con il quale siamo in stretto contatto vanta una quantità importante di elefanti e anche nel safari di Ravenna ve ne sono molti. Possediamo lo spazio adeguato per ospitare fino a 7 animali e, al momento, ne abbiamo tre in custodia”.

Viene spontaneo chiedersi come sarà recuperato il pachiderma dalla Francia. A Rispondere a questa domanda è il direttore Paci: “Abbiamo dato la nostra disponibilità per andare con i nostri mezzi a prelevare l’animale e per curarlo, dal momento che l’elefantessa ha gravi problemi sanitari. Ci siamo offerti di ospitare permanentemente l’animale presso il nostro zoo gratuitamente. Restiamo in attesa del riscontro da parte dell’ambasciata francese a Roma. Credo che solamente la nostra struttura si sia candidata, anche perché nell’ambito dei giardini zoologici siamo i primi in Italia ed Europa. Nonostante la pandemia abbiamo gestito tutte le cose con parsimonia e quindi abbiamo le risorse finanziare per mandare avanti le nostre strutture. Tante altre strutture sono un po’ in difficoltà, compresi i circhi”.

Qualora Dumba fosse introdotta nello Zoo Safari di Ravenna, si tratterebbe del primo pachiderma salvato dalla struttura ravennate: “In tempi non troppo lontani abbiamo ospitato delle tigri che avevano creato problemi al loro padrone. Gli animali avevano assalito l’uomo che poi è morto. Furono dei centri specifici a chiederci di ospitare le tigri e noi le prendemmo, oltre ad averle accudite negli anni successivi. Se Dumba potrà essere introdotta nel nostro zoo si tratterebbe della prima volta per un elefante”.

Paci chiude il suo intervento sottolineando come, l’abbandono dell’elefantessa nella discarica, sia un atto di crudeltà inaudita: “Dumba è stata abbandonata e credo sia impensabile un episodio del genere. Siamo sempre pronti ad ospitare gli animali che hanno problematiche e che non vengono custoditi. Recentemente ci sono stati affidati 40 pappagalli in difficoltà. Molti privati prendono per gioco gli animali esotici, ma non capiscono che questi richiedono grande assistenza e costi molto elevati. Venendo a mancare i soldi per accudirli poi, questi soggetti, lasciano gli animali selvatici in condizioni disagiate. In Italia ci sono migliaia di casi come questi”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RavennaNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Garbino

    Vorrei poter avere il contatto del dott Paci per dare il mio contributo affinché l’animale possa arrivare a Ravenna. Se qualcuno può darmi un contatto ne sarò grato

  2. Scritto da Andrea

    Poverina, certo che non ce l’avranno portata con l’apecar.

  3. Scritto da Direttore

    Può telefonare al Safari Ravenna. LA REDAZIONE